CUCINE DA INCUBO IN ABRUZZO, IN ONDA LA PUNTATA CON “IL RITROVO DEL GUSTO” DI FRANCAVILLA

FRANCAVILLA AL MARE – Il sogno dello chef Silvano Pinti riparte dall’incubo, dalle Cucine da incubo visitate e rilanciate dal suo illustre collega Antonino Cannavacciuolo. La puntata della trasmissione, con protagonista il ristorante “Il ritrovo del gusto da Silvano” in viale Alcione a Francavilla al mare (Chieti), andrà in onda stasera (domenica 25 marzo) alle 21,25 sul canale Nove e lo stesso chef, per l’occasione, ha organizzato una serata speciale in cui si potrà seguire il programma televisivo degustando uno dei succulenti piatti tipici elaborati dal ristorante francavillese: dagli spaghetti alla trappitara all’agnello all’mbriaca, passando per il capocollo con zucca e gorgonzola.

Ma, a dire il velo, il titolo Cucine da incubo si addice molto poco alla grande professionalità dello chef Silvano, partito dal piccolo borgo chietino di Pizzoferrato e arrivato a Francavilla al mare passando attraverso i blasonati fornelli di Casa Sanremo nel 2014 e della trasmissione Rai Mezzogiorno in famiglia, che ha saputo sfruttare astutamente la vetrina televisiva per rilanciare – attraverso una brillante operazione di marketing – l’immagine del suo noto locale: “È stata una bella esperienza – racconta lo chef quarantatreenne Silvano Pinti -. Erano otto anni che desideravo rinnovare il locale e dopo aver avuto la possibilità di entrare in contatto con lo staff della trasmissione che, sulla base della mia professionalità, mi ha scelto come unico professionista della puntata”.

Poi, nel mese scorso, le riprese televisive nel ristorante alla presenza dello chef Antonino Cannavacciuolo: “Lui – spiega lo chef del ristorante Il ritrovo del gusto da Silvano – mi ha dato qualche suggerimento su come pormi e, insieme, abbiamo studiato qualche nuovo piatto nel rispetto della mia inventiva, già conoscendo la mia esperienza passata”.

E il connubio tra i due chef, alla fine, ha prodotto la nuova filosofia del locale: “Continuerò sempre a puntare sulla cucina e i piatti tradizionali – annuncia chef Pinti -, ma abbandonerò una clientela di massa per puntare su di una clientela molto più personalizzata e classificata, per salire di livello”.

Anche l’approccio estetico ne ha guadagnato: “Abbiamo rinnovato il locale – approfondisce il ristoratore – rendendolo più luminoso e dai colori arancioni e gialli, con luci soft, che caratterizzavano le pareti in precedenza, siamo passati al grigio delle pareti piastrellate in bianco e ai lampadari bianchi. E poi, al centro della sala, spicca un grande vaso decorativo con aromi quali rosmarino e salvia. Abbiamo rinnovato anche i bicchieri, prima in stile trattoria, oggi molto più eleganti insieme alle ampolle d’acqua”.

E i risultati si sono visti immediatamente: “Abbiamo una nuova clientela – conferma Pinti -, più selezionata, con la quale è possibile anche soffermarsi per illustrare le particolarità del piatto che andranno a degustare”.

Insomma, lo chef Silvano Pinti è riuscito a coniugare sapientemente tradizione, innovazione ed eleganza, con un occhio alla promozione territoriale: “Oltre che a valorizzare me – conclude lo chef del ristorante Il ritrovo del gusto dal Silvano -, questa presenza televisiva servirà a valorizzare anche Francavilla al mare e l’Abruzzo intero”.

Durante la speciale serata di domani verrà proiettato anche lo spot cinematografico dedicato al ristorante, dal titolo “Le mani dei sapori”, realizzato dall’agenzia di comunicazione Jmotion di Pescara che da anni cura la comunicazione della noto locale francavillese.

Articoli correlati