NARRARE IL VINO ABRUZZESE E IL TERRITORIO CHE LO ESPRIME, TORNA IL PREMIO “WORDS OF WINE-PAROLE DI VINO”

PESCARA – Nato con l’obiettivo di valorizzare la narrazione dei vini abruzzesi e dei territori che li esprimono per aumentarne la conoscenza, torna per il quinto anno il premio giornalistico internazionale “Words of Wine – Parole di Vino”, con cui il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo celebra il racconto delle sue eccellenze enoiche.

Precedono la cerimonia, in programma venerdì 18 maggio al Museo delle genti d’Abruzzo a Pescara, due tavole rotonde sul tema della comunicazione del vino e del territorio.

L’appuntamento di quest’anno – informa una nota – riveste una particolare importanza dal momento che si lega al cinquantenario dall’istituzione della denominazione di origine Montepulciano d’Abruzzo, vino principe della regione. Dopo gli appuntamenti fieristici di Prowein e Vinitaly, il premio Words of Wine costituisce quindi la tappa successiva in un piano di promozione che ha visto il Montepulciano d’Abruzzo al centro di ogni iniziativa.

Il tema del racconto dei territori e dei loro prodotti sarà anche il focus di due tavole rotonde che si terranno contestualmente. Un panel di giornalisti e opinion leader di caratura nazionale ed internazionale darà vita ad un dibattito sul futuro della comunicazione e sulle buone pratiche per un’efficace promozione territoriale. Sarà un’occasione di confronto tra istituzioni, aziende, giornalisti e blogger volta a sviluppare una riflessione strategica in un contesto mediatico in continuo cambiamento.

“Il premio giornalistico internazionale Words of Wine–Parole di Vino vuole dare un impulso ad un settore chiave per la nostra agricoltura e per l’economia dell’intero territorio regionale, che merita di essere adeguatamente valorizzato, anche in termini di enoturismo”, afferma Valentino Di Campli, presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo.

“Questa edizione del premio sarà dedicata in particolare alla celebrazione del nostro Montepulciano d’Abruzzo: riconosciuto ormai universalmente come uno dei grandi rossi italiano, è il simbolo del percorso qualitativo che il settore vitivinicolo della nostra regione ha compiuto negli ultimi decenni. Il lavoro che ancora ci aspetta negli anni a venire – continua Di Campli – è quello di accrescere la conoscenza di un prodotto di qualità assoluta da parte dei consumatori. Words of Wine rappresenta un piccolo tassello in una traiettoria di crescita che non può prescindere dal coinvolgimento degli operatori della comunicazione”.

PROGRAMMA

Dopo i saluti dell’assessore regionale all’Agricoltura Dino Pepe, e del presidente Di Campli, alle 14,30 tavola rotonda “Vino e nuovi media: come cambia la comunicazione del vino”, a cui partecipano Antonio Tomacelli, blogger e founder Intravino.comUmberto Gambino, giornalista Tg2, Stevie Kim, managing director Vinitaly International, Aileen Lee, direttore internazionale Beijing Yunjiu Media Co., Sandra Crittenden, giornalista e blogger.

Alle 16,30 tavola rotonda “Raccontare il territorio: buone pratiche per una narrazione efficace”, con Giuseppe Cerasa, direttore Le Guide di Repubblica, Constanze Reuscher, corrispondente per l’Italia di Die Welt, Michael Fagan, “Expert in Residence” presso il George Brown College, Tom Mullen, giornalista Forbes, Alexander Peartree, giornalista Wine Enthusiast.

Alle 18,30 cerimonia Premio Words of Wine 2018.

Alle 19,30 buffet Dinner e Wine Tasting Area. Percorso di degustazione itinerante dei vini abruzzesi nelle sale del Museo delle Genti d’Abruzzo.

Articoli correlati