PANE E CAFFÈ, AD ALBA COLAZIONE GOURMET FIRMATA DAL CAMPIONE MONDIALE DI PASTICCERIA

ALBA ADRIATICA – Un concept assolutamente inedito che avvicina il mondo della panificazione a quello della torrefazione artigianale d’eccellenza. Il profumo del pane appena sfornato insieme all’inconfondibile aroma di caffè sembrano dare forma ad una simbiosi naturale, ideale per una colazione gourmet da capogiro, in tutti i sensi.

Pane e caffè, due icone intramontabili e trasversali della gastronomia mondiale, diventano i protagonisti dell’omonimo locale inaugurato di recente da quattro fratelli, panettieri di seconda generazione, ad Alba Adriatica (Teramo).

Antonello, Marcello, Paolo e Francesco Marcelli, dopo una lunga storia di panificazione, hanno così dato il via alla nuova attività commerciale, la quinta di famiglia dopo i quattro forni già avviati nel teramano, al civico 74 della strada Adriatica.

Un laboratorio di panificazione con angolo caffetteria che abbina pane e dolci appena usciti dal forno alle diverse miscele e varietà di caffè superiore di torrefazione Dubbini, un caffè tostato artigianalmente, preparato con diversi metodi d’estrazione (espresso, cold-brew, V60). Il coffee master, Sergio Zanelli, di Diemme Caffè Torrefatti è stato il testimonial della giornata inaugurale di Pane&Caffè dedicata alla degustazione di caffè e assaggi di pane e pasticceria artigianale.

“Vantiamo una ricca produzione artigianale di pane e dolci che abbiamo voluto abbinare ad una torrefazione di eccellenza. Lavorare con la Dubbini è un privilegio – dice orgoglioso Antonello a Virtù Quotidiane – Il caffè Diemme ha 90 anni, dal 1927 una storia di ricerca ed espressione. La torrefazione artigianale Dubbini, nata in seno al marchio padovano Diemme, nasce in collaborazione con il ‘pastry concept’ e campione del mondo di pasticceria, Leonardo Di Carlo, padovano anche lui”.

La finalità è quella di affiancare a prodotti realizzati artigianalmente un caffè altrettanto artigianale, “lavorazione con piccole quantità di caffè e su ordinazione – spiega il panettiere – ogni miscela viene tostata singolarmente perché ogni caffè ha la sua tostatura e le sue caratteristiche di origine, un caffè superiore che richiede tempi di lavorazione sicuramente più lunghi. Un altro mondo rispetto al caffè industriale – rileva Antonello – basti pensare che per preservare questa artigianalità la Dubbini punta a selezionare e contenere il numero di clienti arrivato fin’ora ad una cinquantina di acquirenti”.

Anche il banco del pane offre una grande varietà di prodotti, semplici oppure farciti per una gustosa e veloce pausa pranzo. Il panino con i cereali, sesamo e salmone, ad esempio, quello con i semi di canapa chia e quinoa abbinato ad un ripieno di sgombro marinato, solo per citarne alcuni.

“Ogni giorno abbiamo una produzione di pane con quattro farine differenti, a lievitazione naturale – dice ancora Antonello – il lunedì ad esempio sforniamo pane con farina di segale, martedì farina del senatore Cappelli, e poi farina di soia, segale, oltre alla produzione quotidiana di pane casereccio, pugliese, integrale, all’olio e infine i dolci”.

“L’intenzione è quella di mantenere una produzione artigianale – aggiunge – per questo abbiamo scelto di non rifornire dei nostri prodotti la grande distribuzione, i supermercati della zona. Il laboratorio di produzione e il forno sono all’interno del locale che conta oltre dieci dipendenti, più alcuni collaboratori stagionali, tra banco e laboratorio”.

“Una soddisfazione per noi sapere che, in una sola settimana di attività, i clienti hanno già i loro prodotti del cuore che tornano di nuovo ad ordinare. Come il pane scuro ai cereali, un panino di 100 grammi farcito con robiola, noci, erba cipollina, salmone e rucola”.

Articoli correlati

FORZA, PIERLUCA!

L'AQUILA - Un brutto incidente ha coinvolto nei giorni scorsi Pierluca Masciocchi, appassionato enogastronomo che, tra le altre cose, collabora alla redazione... Continua