SOPRINTENDENZA IN CAMPO PER LA TUTELA DEI CIMITERI MONUMENTALI DI CHIETI E SULMONA

CHIETI – Percorsi che hanno incuriosito, affascinato, fatto riflettere. Più di tremila persone hanno partecipato, nelle quattro località coinvolte, alle Giornate Fai d’Autunno. Una due giorni, quella dello scorso weekend, che ha interessato il centro storico di Ortona, il cimitero monumentale di Chieti, il borgo di Pennapiedimonte e la zona archeologica dell’antica Cluviae nella frazione Piano Laroma di Casoli.

“Sono stati due giorni belli ed intensi – dice in una nota il capo delegazione del Fai di Chieti Roberto Di Monte – un evento riuscito grazie all’impegno dei volontari, dei giovani studenti delle scuole che hanno accompagnato i visitatori lungo i percorsi, di tutte le associazioni che ci hanno supportato. Il bello va conosciuto, coltivato, preservato, tutelato. Abbiamo cercato di dare il nostro contributo in questo senso”.

C’è anche un altro importantissimo contributo che arriverà a breve, complice anche l’attività del Fondo Ambiente Italiano.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo scenderà in campo per tutelare il cimitero monumentale di Chieti, come annuncia la Soprintendente Rosaria Mencarelli: “Stiamo avviando una campagna di catalogazione delle aree cimiteriali monumentali, iniziando da quelle di Chieti e Sulmona. Il lavoro avrà inizio con la schedatura e il rilievo delle aree monumentali complessivamente intese; si passerà poi alla catalogazione e alla documentazione fotografica di ogni singolo monumento, tomba, cippo, lapide funebre ricompresi nelle aree monumentali. Si acquisirà così una conoscenza puntuale dei due cimiteri storici, presupposto indispensabile per procedere alla tutela e ai necessari interventi di restauro”.

Dopo il successo delle Giornate d’Autunno, evento nazionale del Fai, la delegazione di Chieti è già al lavoro per un nuovo appuntamento: la passeggiata d’autunno alla scoperta di Casalincontrada. Un itinerario nel verde, dove si approfondirà la conoscenza della vegetazione del luogo, tra case di terra e calanchi. Il ritrovo è fissato per domenica 21 ottobre alle 8,30 (partecipazione gratuita) al Parco Villa De Lollis. Il percorso terminerà alle 11,30 con un aperitivo organizzato dell’associazione “Le ginestre” che curerà anche la visita guidata. Si consiglia un abbigliamento comodo con scarpe da trekking. In caso di pioggia il percorso si svolgerà su strada asfaltata.

Articoli correlati