“ABRUZZO DAL VIVO”, LE NOTE DEI SOLISTI AQUILANI A CAMPOTOSTO

CAMPOTOSTO – Volge al termine “Abruzzo dal vivo”, la manifestazione che ha dato vita ad un cartellone di circa settanta eventi, con l’intento di rivitalizzare e riscoprire una parte del territorio colpito dal terremoto. quello rappresentato dai 23 comuni del cratere sismico 2016-1017.

Il festival è un’iniziativa finanziata dalla Direzione generale Spettacolo del Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo e organizzata dalla Regione Abruzzo. Vede la presenza di numerose associazioni, e tra queste “I Solisti Aquilani” che il 18 luglio saranno a Campotosto (L’Aquila), che mostra ancora tutte le ferite del sisma che lo ha colpito e dove le macerie, che man mano vengono portate via, simboleggiano pezzi di case, di vite, di storie personali.

Ma anche un punto di partenza per poter tornare alla normalità. E normalità può essere anche un concerto tra le ferite.

Appuntamento presso la struttura Ana, mercoledì 18 luglio alle ore 21,00, con l’Ensemble al gran completo e il flautista Massimo Mercelli. La serata si apre con il Divertimento in fa magg. K 138 di Mozart, a seguire “Contrafactus” per flauto e archi di Giovanni Sollima, “Jade Concerto” per flauto e archi di Richard Galliano e infine ancora Mozart con Divertimento per archi in mi bemolle magg. K 137.

Massimo Mercelli, a soli 19 anni primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, è vincitore di prestigiosi concorsi tra cui il “Premio Francesco Cilea”, il “Concorso Internazionale Giornate Musicali” e il “Concorso Internazionale di Stresa”. Suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo: Carnegie Hall di New York, Herculessaal e Gasteig di Monaco, Mozarteum di Salisburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Concertgebouw di Amsterdam, Auditorium Rai di Torino, Victoria Hall di Ginevra, San Martin in the Fields e Wigmore Hall di Londra, Parco della Musica di Roma, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia, collaborando con artisti come Yuri Bashmet, Jean-Pierre Rampal, Krzsystoff Penderecki, Jiri Belohlavec, Albrecht Mayer, Gabor Boldowsky, Philip Glass, Michael Nyman, Massimo Quarta, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Aurele Nicolet, Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Federico Mondelci, Jan Latham Koenig, Catherine Spaak, Susanna Mildonian, e con orchestre di chiara fama.

Appassionato della musica del nostro tempo, ha eseguito in prima esecuzione “Facades” di Philip Glass col compositore al pianoforte,oltre a prime esecuzioni di Nyman, Glass, Morricone,Penderecki, Bacalov che sovente gli hanno dedicato i brani. Nel mese di settembre 2012 è uscito il cd con l’integrale della musica per flauto di Philip Glass edito da “Orange Mountain Record”.

Articoli correlati