L’ABRUZZO TERAMANO NEL TARDO MEDIOEVO E IN ETÀ MODERNA NEL LIBRO DI LUCIANO ARTESE

TERAMO – Martedì 26 giugno, alle ore 18, presso l’Archivio di Stato di Teramo (Via Cesare Battisti 55), è in programma la presentazione del libro dello storico Luciano Artese L’Abruzzo teramano nel tardo Medioevo e in età moderna (Ricerche&Redazioni, 2018)

Introdurranno l’incontro Carmela Di Giovannantonio, direttore dell’ Archivio di Stato di Teramo, e Luigi Ponziani, direttore della collana editoriale “Storia” presso Ricerche&Redazioni.

A presentare il volume Fausto Gallo, ordinario di Storia moderna all’Università degli Studi di Teramo. Sarà presente l’autore.

Terzo titolo della collana “Storia” diretta da Luigi Ponziani per Ricerche&Redazioni, il volume di Artese delinea un quadro d’insieme della vita culturale e sociale dell’Abruzzo teramano tra XV e XVI secolo.

Documenti, in gran parte inediti, gettano nuova luce su particolari momenti storici e sulla vita e l’opera di personaggi particolarmente significativi per il ruolo rivestito e i significativi contatti avuti, con un’attenzione particolare alla controversa fortuna di Muzio Muzii.

Gli studi presentati, pur non pretendendo di costituire una storia sistematica, assumono una loro unitarietà, sia perché si riferiscono a un territorio di confine percepito omogeneo dagli uomini di quei secoli, sia perché vengono sottolineati momenti di apertura verso culture e mondi diversi, italiani ed europei.

Articoli correlati