L’AQUILA CELEBRA PER LA 13ESIMA VOLTA IL MITO DI JOE STRUMMER CON UNA SERATA EVENTO E UNA MOSTRA

L’AQUILA – Venerdì 7 dicembre L’Aquila celebra per la tredicesima volta Joe Strummer, per una serata omaggio al leader dei Clash e icona del punk mondiale. Sarà l’Irish Café sulla Mausonia a ospitare il Joe Strummer Tribute più longevo d’Italia. Il tributo aquilano è infatti il primo organizzato in Italia.

Nel febbraio 2003, a tre mesi dalla scomparsa del musicista britannico, un gruppo di giovani organizzò un festival per rendere omaggio a Strummer. Solo qualche mese dopo, infatti, il primo anniversario della morte del artista inglese sarebbe stato l’occasione per il tributo “ufficiale”, quello più famoso, che si tiene ogni anno a Bologna. Ma L’Aquila ha sempre avuto un’affezione particolare per il leader dei Clash, dimostrata anche con un grande murales realizzato da DesX ancora oggi visibile di fronte il terminal bus di Collemaggio.

Sul palco dell’Irish Café di Pianola saliranno, intorno alle 22,30, le teramane Wide Hips, band tutta al femminile mai relegate nel genere: venature di soul, riff di detroitiana memoria e rock&roll sono onnipresenti nei loro brani. A seguire sarà la volta dei The Dirtiest, punk ’77 rock band formata tre anni fa Firenze da Billy Boy e Luca D. Cash, già membri di garage band attive nel panorama musicale europeo come gli italiani Los Dragos e The Apes Party, e gli irlandes The Nackers.

In occasione del Joe Strummer Tribute vol. 13, organizzato come nelle passate edizioni dal collettivo Novenove City Rockers, la libreria Polarville di via Castello inaugurerà lo stesso venerdì 7 dicembre (ore 18) una mostra dei lavori originali degli artisti che, nel corso delle tredici edizioni, hanno prestato la loro opera alla realizzazione delle locandine dei tributi a Strummer. Gli artisti sono Vincenzo Russo, Kobra Tattoo Machines, Pelin, DesX, Lorenzo Palloni e Andrea Venezi.

Articoli correlati