LE FISARMONICHE ACCENDONO IL CASTELLO DI BEFFI CON IL SOLOTAREV TRIO

ACCIANO – Si accende con “Suoni d’Estate”, sotto la guida della pianista e direttore artistico dell’evento Sara Cecala e con le note virtuose e suadenti dei tre giovani Fernando Mangifesta, Lorenzo Scolletta e Alberto Vernarelli, il borgo medievale di Beffi e la sua splendida torre castellata.

“Il Sirente, i suoi scorci magici e i borghi della Subequana rappresentano un patrimonio prezioso non solo per le comunità locali, ma anche e soprattutto per la conca aquilana e per la sua provincia”, dice in una nota Sara Cecala.

“Per tali ragioni, insieme con il sindaco di Acciano Fabio Camilli vogliamo ridestare, grazie al linguaggio artistico che mi è più familiare, l’attenzione sui tesori come quello del borgo storico di Beffi e del suo Castello affinché quest’ estate non trascorra senza lasciare una traccia che si tramuterà in un afflato musicale con i residenti e con chi deciderà giovedì 16 agosto, alle ore 20,30, di godere sia dell’ incantevole scenario, sia della bravura del trio Solotarev”.

“Nutro un affetto autentico e profondo per i borghi del Sirente-Velino e per i suoi abitanti”, prosegue Cecala, “da quando, nel lontano 2006, con il sostegno economico della Comunità montana Sirentina, la cui presidenza era affidata a Peppe Venta, ideai Sirente in Festival, una rassegna itinerante di arte, musica e teatro che abbracciava tutti i paesi dell’omonimo Parco regionale. Michele Placido, Vanessa Gravina, Edoardo Siravo, Caterina Vertova, e musicisti del calibro di Paolo Di Sabatino, insieme con l’Orchestra dell’Isa e l’istrionico Gabriele Cirilli, furono alcuni degli ospiti e dei protagonisti di quella kermesse estiva, rimasti tutti sedotti dalle bellezze architettoniche e naturalistiche delle location scelte per gli appuntamenti, che, le menziono anche con un po’ di saudade, furono la chiesa di Santa Croce e il Tempio Italico di Castel di Ieri, la Collegiata di Tione degli Abruzzi (ancora in restauro), il chiostro di San Francesco a Castelvecchio Subequo, e molti altri siti di pari e raro fascino”.

“Gli eventi occorsi hanno impedito, dopo alcune entusiasmanti edizioni, la prosecuzione di quel cammino artistico che oggi, seppure in punta di piedi, riprende, ostinato e fiducioso, grazie alla lungimiranza dell’amministrazione comunale che ringrazio assieme all’associazione Aternostrum di Acciano per il supporto logistico offertomi”.

“Riservo, infine, con sincera gratitudine, un plauso a due società impegnate nella ricostruzione, proprio nel Comune di Acciano, la Renaissance srl e la Veba snc (quest’ultima con sede nella frazione di Succiano). Entrambe, con entusiasmo, hanno aderito alla manifestazione finanziando integralmente l’iniziativa, segno che le sinergiche producono sempre buoni frutti, anche immateriali, atti a cibare la nostra anima e lo spirito battagliero che alberga in noi abruzzesi, testimoni e fautori di slanci resilienti, anche e soprattutto per preservare, con cura e dedizione la cultura e le tradizioni dei luoghi del cuore”.

L’appuntamento è ad ingresso gratuito. In caso di maltempo il concerto si terrà nella vicina Chiesa di San Michele. Per informazioni ass.operaprima@gmail.com o 329-3637552.

Articoli correlati