PREMIATO MONOLOGO SULLA SIRIA DELL’ATTORE AQUILANO MASSIMO SCONCI

L’AQUILA – L’attore aquilano Massimo Sconci ha vinto il premio Selezione e il Premio come miglior testo presso il Teatro Vascello di Roma per la rassegna Cortinscena 2018 organizzata dall’associazione Exit Feditart.

Il monologo presentato è dedicato alla Siria, si intitola I Buchi Bianchi. Scritto, diretto e interpretato dallo stesso Sconci, con le musiche di scena eseguite da Jose de la Paz e da Andrea De Petris.

Questo monologo vuole essere uno spunto di riflessione sulla condizione di guerra silenziosa in cui si trova oggi il nostro mondo – si legge in una nota – La messa in scena è ridotta all’essenziale, con il protagonista in veste di autore e narratore che ci racconta la storia di Ahmir, un ragazzo capace di ancora di osservare e di guardarsi attorno.

Per il narratore si manifesta, durante il finale del racconto, la possibilità di poter vedere davanti ai propri occhi una realtà diversa per il proprio futuro, in cui certe idee e certi valori potrebbero ritornare a vivere, finché le stelle continueranno a brillare, su un territorio ridotto per sempre al silenzio.

Da qui, abbiamo riconosciuto l’attinenza del progetto ai temi di accoglienza e integrazione. Perché è esattamente attraverso questi ideali che Ahmir, assieme all’autore e al resto del pubblico, può riuscire a immaginare la nuova Siria. Una vicenda che è quella di tanti altri individui del Mondo, personaggi ironici e amari, in una condizione umana che non cede e continua a resistere.

I Buchi Bianchi è stato inoltre presentato lo scorso 10 giugno anche al Teatro Studio Uno di Roma per Inventaria-la festa del Teatro Off e il prossimo 18 giugno aprirà la giornata del festival Roma città Mondo, la festa teatrale dell’intercultura presso il Teatro India,

Il monologo è prodotto dal Muspac e dal collettivo Attori in Primo Piano, e sostiene le associazioni
Si Amo Afrin, Emergency e Save the Children. Il festival Roma città Mondo è un progetto di Teatro di Roma-Teatro Nazionale con il sostegno del Ministero dei beni e le attività culturali e della Siae nell’ambito dell’iniziativa “S’illumina-Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Articoli correlati