SANTO STEFANO DI SESSANIO TRA STORIA E RICORDI NEL VOLUME DI GIOVANNI CIARROCCA

SANTO STEFANO DI SESSANIO – La storia della propria famiglia e dei suoi stretti rapporti con il paese di Santo Stefano di Sessanio, nell’alta montagna aquilana, con la speranza che tale “microstoria” intrecciata con quella del piccolo centro medievale possa stimolare ulteriori riflessioni circa gli accadimenti economico-sociali che qui si sono dipanati nel corso del tempo: dalla transumanza alle leggi murattiane di respiro illuminista fino al fenomeno dell’inurbamento.

È quella contenuta nel libro La Famiglia Ciarrocca a Santo Stefano di Sessanio tra storia e ricordi scritto dall’avvocato Giovanni Carroccia.

Non è un libro autobiografico ma un libro storico, ci sono solo due episodi della storia della sua famiglia che sono riportati nel libro, il tutto collegato al ritorno alle origini inserito nel progetto Sextantio di Daniele Kihlgren a cui l’autore è molto riconoscente per il lavoro intrapreso a Santo Stefano di Sessanio.

La speranza – si legge in una nota – è quella di far rivivere e meglio comprendere le opportunità, le tendenze e i valori che hanno segnato l’intero Meridione, augurandosi di indurre un processo di riscoperta delle proprie origini e del proprio patrimonio minore.

Il borgo di Santo Stefano di Sessanio da circa un decennio si distingue, nel panorama italiano, per un progetto inedito di tutela del territorio e del patrimonio storico. Il progetto è stato da sempre fortemente voluto e realizzato da una sinergia straordinaria e alquanto inedita per l’Italia, tra il Comune, il ParcoNazionale Gran Sasso e Monti della Laga, la Regione, privati imprenditori e gli stessi abitanti del borgo.

La presentazione del volume sabato 22 settembre al centro congressi di Sextantio alle ore 12,00. Moderatore sarà Francesco Buranelli, per tredici anni direttore del Museo Gregoriano Etrusco per tredici anni, per undici dei Musei Vaticani e già segretario della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, dal 2017 presidente della Commissione Tutela Monumenti Santa Sede.

Interverranno Alessandra Vittorini, soprintendente per la città dell’Aquila, Walter Capezzali, presidente Deputazione Abruzzese di Storia Patria, Claudio Strinati, storico dell’Arte, Silvia Mantini, cattedra di Storia moderna dell’Università dell’Aquila, e Fabio Santavicca, sindaco di Santo Stefano di Sessanio.

Articoli correlati