TEATRO DEI 99, NELLA NUOVA STAGIONE COMMEDIE, DANZE E UN OMAGGIO A BATTISTI

L’AQUILA – Un luogo “intimo” dove “fare cultura”, un luogo dove condividere momenti d’arte che rappresentano alimento per le menti e l’anima, uno spazio multidisciplinare a disposizione della città in cui ciascuno può sentirsi “a casa”.

Così si sta proponendo, da ormai diversi anni, il Teatro dei 99 dell’Aquila, che con il tempo si è notevolmente ampliata: la stagione teatrale si affianca ad attività ad essa connesse come i workshop che i vari artisti ospiti offrono a chi, amatore o professionista, vuole conoscere più da vicino il lavoro dell’artista o semplicemente fare un’esperienza.

La scuola del Teatro dei 99 che opera da 29 anni nel campo della danza, della musica, del teatro e del musical offre un ventaglio di corsi che consentono ai più piccoli di crescere coltivando passioni ed esplorando sé stessi ed i propri talenti; ai ragazzi, la possibilità di riconoscersi in gruppi il cui comune denominatore è la voglia di stare insieme condividendo obiettivi e passioni; agli adulti, l’opportunità di ritagliarsi uno spazio personale in cui frequentare sé stessi mettendo in gioco le proprie capacità.

“Forse è per l’impostazione data al lavoro svolto fin qui che posso constatare l’incoraggiante risposta del pubblico”, dice la direttrice artistica Loredana Errico, “che è in costante aumento nonostante la complessità di una proposta sempre di elevata qualità artistica ma non sempre scontata e rassicurante, che vede alternarsi, in scena e nelle sale didattiche, artisti riconoscibili ad altri meno popolari ma altrettanto interessanti ed innovativi”.

“Posso dire che il mio lavoro miri a creare uno spettatore e/o un’artista che vada a teatro per il piacere del frequentare il teatro e del fare teatro, e non esclusivamente legandosi al nome di maggiore richiamo in cartellone. Uno spettatore e/o un’artista che creda nel potere del teatro, nella sua funzione civica e sociale, che sappia fare di ogni stagione teatrale e di ogni volta in cui calca un palcoscenico, un piccolo tesoro da portare con sé: un’esperienza!”.

“Mi auguro che le proposte messe in campo possano sempre di più incuriosire, stimolare, appassionare; sicura di aver lavorato con attenzione e scrupolo, consapevole della responsabilità che un teatro ha nei confronti del suo pubblico e dei più giovani”.

“Il teatro è ancora e sarà sempre un porto franco, un luogo in cui potersi esprimere, confrontare e vivere emozioni condivise, reali – aggiunge la Errico – Fare un abbonamento ai sei spettacoli proposti in questa stagione, ai tre spettacoli dedicati ai più piccoli e/o ai concerti proposti, è un regalo prezioso da fare; per alcuni non sarà il regalo più atteso ma magari, nel tempo, scopriranno quanto sia prezioso”.

La terza stagione teatrale del Teatro dei 99 verrà inaugurata il 15 novembre alle ore 21,00 con la commedia “cult” più copiata e imitata, rappresentata da 25 anni, che a grande richiesta, viene proposta in una nuova edizione: “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi”. Un film nel 1995, una versione televisiva per il Palcoscenico di Rai 2 nel 1997, per Palco e Retroparco nel 2009. Tradotta in inglese, francese, spagnolo, greco e polacco. 137 risate e 20 applausi a scena aperta in 115 minuti di spettacolo. La regia di Rosario Galli con Federico Perrotta, Andrea Carli, Salvatore Mincione, Ferdinando Smaldone e Valentina Olla nel ruolo di Yvonne.

Domenica 16 dicembre alle ore 18,00 va in scena la Danza. “Pas de Danse” è uno spettacolo frutto della collaborazione fra la compagnia del Teatro dei 99 e la Esperimenti dance company. Coreografie originali tratte da spettacoli di successo che hanno girato diversi Paesi nel mondo: arriveranno a L’Aquila danzatori di grande energia e carisma.

Sabato 19 gennaio alle ore 21,00 un graditissimo appuntamento con Daniela Baldassarra, drammaturga pugliese. “Paolo e Francesca – ipotesi semiseria”: l’universo femminile attraverso la rilettura in chiave ironica di Dante; uno spettacolo leggero e divertente, ma che getta una profonda riflessione sul ruolo della donna nel tempo e sulla sua incessante sete di amare ed essere amata.

Domenica 10 febbraio alle ore 18,00 il palcoscenico del Teatro dei 99 sarà tutto per Francesco Arienzo con “Disagistica Contemporanea – spettacolo comico fatto in piedi”. Napoletano, autore e attore, deve la sua più recente notorietà a Italia’s Got Talent 2017, di cui è finalista grazie alla conquista di un golden buzzer nella tappa di Avellino.

Domenica 10 marzo alle ore 18,00 Valentina Olla con la supervisione artistica di Elena Sofia Ricci presenta al pubblico aquilano “…Na vorta c’era Roma”.

Il sapore dolce amaro di serenate e amori tragici, la canzone romantica e lo spirito pungente tutto romano dello stornello, racconti personali e sonetti di Trilussa, accompagnano il viaggio di chi, nata in periferia, scopre il suggestivo centro della città eterna, fatto di tetti, chiese, sampietrini e scorci mozzafiato e, rimasta senza parole, può solo cantare. In scena anche Edoardo Simeone al pianoforte, Vincenzo Meloccaro al sax soprano e clarinetto, Daniele Trissati alla chitarra classica e acustica e Stefano Napoli al contrabbasso.

Si chiuderà questa terza stagione del Teatro dei 99 sabato 17 aprile alle ore 21,00 con una produzione della compagnia del Teatro dei 99 che farà un suo personale omaggio a Lucio Battisti. “Un’avventura – pensieri e parole di Lucio Battisti” affidati alla voce di Sandro Argentieri che sarà accompagnato da musicisti aquilani che insieme alla danzatrice Melissa Paparusso renderanno lo spettacolo un bellissimo omaggio ad uno dei cantautori più grandi del nostro tempo.

Novità di quest’anno sono i workshop che i vari artisti ospiti offrono a chi, amatore e/o professionista, vuole conoscere più da vicino il lavoro dell’artista o semplicemente fare una esperienza, ma anche consentire a chi frequenta discipline artistiche e le pratica, la possibilità di un approfondimento.

I workshop si terranno nella giornata degli spettacoli calendarizzati in stagione.

Il Teatro dei 99 ha pensato anche ai bambini ed alle loro famiglie predisponendo un ciclo di tre eventi a loro dedicati.

Domenica 2 dicembre alle ore 17,00 “Favole a Merenda”. Un pomeriggio da dedicarsi leggendo in scena libri di favole da cui prenderanno vita personaggi e storie conosciute al grande pubblico ma rivisitate in chiave ironica. Il pomeriggio si concluderà facendo una sostanziosa merenda tutti insieme; piccoli spettatori e artisti.

Domenica 6 gennaio alle ore 16,00 laboratorio di circo e alle ore 18,00 lo spettacolo “Il circo va a Teatro”.

Il Teatro dei 99 ospiterà artisti circensi che proporranno uno spettacolo di giocoleria, magia, acrobatica e tanto altro che divertirà un pubblico ampio: adulti, ragazzi e bambini trascorreranno un piacevole e divertente pomeriggio dell’Epifania lasciandosi travolgere dalla simpatia ed affascinare dalla magia dell’arte circense. Per meglio introdurre i giovani spettatori nella giusta atmosfera, gli artisti offriranno un laboratorio che precederà lo spettacolo.

Domenica 17 marzo alle ore 17,00 “Il bosco delle favole”. È una rappresentazione incentrata sulla figura del Mazzamurello, creatura fantastica della tradizione folklorico-fiabesca di gran parte delle regioni centro-meridionali d’Italia che da sempre affascina con le sue storie, grandi e piccini.

L’ideazione e la regia dello spettacolo sono a cura di Loredana Errico, i testi di Sandro Argentieri e le coreografie di Katiana Pacella.

Il Teatro dei 99 inaugura anche una collaborazione con la musicista Sara Cecala a cui la Errico ha affidato la direzione artistica della sezione musica. È in via di definizione il programma di eventi che a breve verrà comunicato.

Articoli correlati