CANTINE APERTE, IN ABRUZZO 34 AZIENDE APRONO LE PORTE A TURISTI E APPASSIONATI

L’AQUILA – Sono 34 (e non 51 come indicato inizialmente dal Movimento turismo del vino) le cantine abruzzesi che hanno aderito all’iniziativa nazionale “Cantine Aperte” in programma sabato 26 e domenica 27 maggio. È la festa del vino più importante d’Europa.

Giunta alla 26esima edizione, l’iniziativa – promossa dal Movimento turismo del vino – apre le porte delle cantine ai winelovers desiderosi di scoprire il mondo e la cultura del vino direttamente nei luoghi di produzione. Le aziende proporranno interessanti programmi di visite guidate, degustazioni e vernissage artistici.

“È un evento promozionale importante che punta a valorizzare e stimolare il comparto enoico regionale – ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Dino Pepe -. L’enoturismo rappresenta infatti uno strumento straordinario utile a raccontare il territorio, e quest’anno, in occasione dei 50 anni della Doc Montepulciano d’Abruzzo, la manifestazione è un punto di riferimento per il mondo vitivinicolo”.

In Italia, il settore vanta 14 milioni di accessi e un fatturato di almeno 2,5 miliardi di euro. L’assessore al turismo, Giorgio D’Ignazio, illustra le peculiarità del settore: “L’enoturismo è un’occasione preziosa per la promozione, l’occupazione, le economie locali e per la tutela dell’ambiente – ha sintetizzato -. Mettere in rete le risorse di una regione come la nostra in cui il vino e il buon cibo sono fortemente interconnessi con le bellezze artistiche e paesaggistiche, a mio avviso, è un potenziale su cui dobbiamo scommettere”.

Alla presentazione hanno partecipato il presidente nazionale del Movimento turismo del vino, Nicola D’Auria, e il vice presidente regionale del Mtv, l’imprenditrice Stefania Bosco, per la quale “il connubio agricoltura specializzata e turismo rappresenta il futuro per la nostra regione”.

Diversi gli eventi che il Movimento Turismo del Vino organizza nel corso dell’anno in tutta Italia, primo fra tutti “Cantine Aperte”, previsto l’ultima domenica di maggio, il più famoso e importante appuntamento, che apre le porte a milioni di enoturisti e appassionati per scoprire il mondo e la cultura del vino direttamente nei suoi luoghi di produzione.

Assaggi sotto le stelle e spettacoli a cielo aperto ad agosto con “Calici di Stelle”, che nella notte di San Lorenzo arriva in centinaia di centri storici e cantine d’Italia. A settembre va in scena “Cantine Aperte in Vendemmia”, un’occasione unica per riscoprire e vivere nelle campagne la straordinaria atmosfera di festa legata alla raccolta dell‘uva.

L’appuntamento di novembre è invece con “Cantine Aperte a San Martino” per brindare al nuovo anno agricolo e gustare insieme ai produttori le grandi annate da invecchiamento, ma anche vino novello e castagne. Infine a dicembre, per festeggiare l’arrivo del Natale in compagnia dei produttori, c’è “Cantine Aperte a Natale”, dove, oltre al brindisi delle feste e ai pranzi con il vignaiolo, i visitatori possono dedicarsi agli acquisti natalizi scegliendo vini da degustare, ma anche da regalare.

Articoli correlati