CUCINA AFRODISIACA MA NON SOLO AL FESTIVAL DEL PEPERONCINO PICCANTE DI FILETTO

FILETTO – La 13esima edizione del Festival del Peperoncino Piccante di Filetto (Chieti) si svolge da giovedì 23 a domenica 26 agosto con il patrocinio della Regione Abruzzo, la Provincia di Chieti e del Comune di Filetto, organizzata dall’associazione “Accademia Abruzzese del Peperoncino Piccante” Filetto.

La rassegna enogastronomica di prodotti tipici e pietanze piccanti, sia locali sia internazionali, trasforma le suggestive strade, le accoglienti piazze e gli scorci poetici dell’antico borgo alle pendici della Majella in gustose e sonore vetrine per celebrare sul palato Sua Maestà il Peperoncino Piccante – localmente detto “lazzaretto” – e in particolar modo tutta la tradizione culinaria abruzzese ad esso legata.

Gli stand gastronomici aprono dalle ore 19,30 e c’è musica dal vivo in ogni angolo del paese.

L’eccitante kermesse inizia giovedì 23 agosto alle ore 18,00 da Piazza San Francesco, con il saluto delle autorità (sindaco di Filetto Sandro Di Tullio, sindaco di Tollo Angelo Radica, presidente del Gal Maiella Verde Tiziano Teti, onorevole Fabrizio Di Stefano) degli organizzatori (Luigi Libertini, presidente dell’Accademia Abruzzese del Peperoncino Piccante di Filetto) e di ospiti d’onore come Enzo Monaco (presidente nazionale Accademia Italiana del Peperoncino) e l’artista Gianfranco Tartaglia in arte Passpartout.

Subito dopo segue la tavola rotonda su “ Il Peperoncino e la cucina afrodisiaca”, moderata da Nino Germano con lo scrittore e illustratore Ugo Ardini, l’autore del libro La cucina afrodisiaca Ugo Iezzi, l’editore di Tabula Fati Marco Solfanelli, il prof Massimo Di Giannantonio dell’Università d’Annunzio, Donato Fioriti, vice presidente nazionale Unaga-Fnsi.

A conclusione delle conversazioni a tavola, con l’appetito stuzzicato a puntino, lo chef Domenico Santacroce presenta il suo piatto piccante nello show cooking che inaugura l’apertura delle danze di piatti e posate in giro per gli stand e strade di Filetto. La musica degli EmBleMa Duetsuona dalle 20,30, fino a darsi il cambio dalle ore 24,00 con il dj set (presente al termine di ogni serata).

Alla sera di venerdì 24 agosto le fiamme dei fornelli continuano a divampare in ogni stand, ma anche lungo le strade di Filetto, soffiate dall’artista “Mangiafuoco” David Karm. In piazza Municipio dalle 20,30 suonano ancora gli EmBleMa duet, mentre in piazza San Francesco si esibisce Gae Campana.

Anche sabato 25 agosto il Mangiafuoco torna ad infiammare le strade di Filetto, ma l’atmosfera in Piazza San Giacomo si scalda musicalmente grazie a “I Peperoncini Rossi”, cover band dei Red Hot Chili Pepper, e in Piazza San Francesco con il concorso di bellezza “Miss Peperoncino 2018”, inserito nel Silver and Gold magazine model contest.

La serata si prevede scintillante, grazie pure all’ospite sorprendente: Gianni Pellegrino, in arte “Re Peperoncino”, personificazione emblematica dell’ortaggio piccante, presente da oltre 25 anni agli eventi in Italia e nel mondo organizzati dall’Accademia nazionale del Peperoncino, reso noto al grande pubblico grazie al programma televisivo Italia’s Got Talent. Le sue simpatiche rime per celebrare l’allegria della piccantezza tornano anche il seguente e ultimo giorno di festival.

Domenica 26 agosto in Piazza San Francesco dalle ore 21,00 c’è il concerto jazz del duo Paul Ricci & Mafalda Minnozzi. Il chitarrista americano Ricci riceve anche il premio “Ambasciatore del lazzaretto piccante di Filetto”, essendo di origine filettese. Intanto, a partire dalle 22,30 in piazza San Giacomo, inizia anche la gara di mangiatori di spaghetti piccanti (le iscrizioni si prendono presso il Punto Accademia in via Roma).

Il Festival del Peperoncino Piccante di Filetto non si limita a dilettare solo il palato, ma invita a sperimentare tutti i sensi. Infatti, come da tradizione, nel locale Ex-Sepolcro c’è anche la “Mostra Piccante” del disegnatore Passpartout. Inoltre, è prevista un’area attrezzata per l’animazione dei bambini nell’area adiacente alla palestra comunale. E tutte le sere prendono vita i racconti di Ugo Ardini.

Articoli correlati