“IL GELATO NEL PIATTO”, BUONA LA PRIMA CON IDA DI BIAGGIO E MATTEO CRISANTI

PESCARA – Riuscito esperimento di un’innovativa formula di aperitivo, quello che ieri sera alla Gelateria Novecento di via Marco Polo a Pescara ha dato il via ad una serie di gustosi appuntamenti che, mensilmente, si propongono di accompagnare la bella stagione con estrosi abbinamenti tra dolce e salato.

Per il primo “Gelato nel piatto”, attorno alla padrona di casa, la maestra gelatiera Ida Di Biaggio, si sono strette le lady chef Ivana De Gasperis e Caterina Maraglino, e lo chef Matteo Crisanti, promessa della cucina abruzzese che da qualche anno ha rilevato lo storico Zì Albina di Vasto (Chieti). All’abbinamento, che si è rivelato eccezionale, con il Cococciola della Tenuta dei Tigli di Casacanditella (Chieti), ha pensato la sommelier Ilaria Villani. Servizio in sala, a cura di Matteo Di Bella, della Gelateria Novecento.

Serviti, nell’ordine, una tartare di gambero marinato alla soia con perle al brodo di scampo, croccante al profumo di gambero e granita all’arancia e zenzero, su un sasso di mare tipico delle spiagge della Costa dei trabocchi; un cannolo di patate con mousse di baccalà e lattuga di mare liofilizzata con sorbetto al peperone rosso arrosto, e un’insalata di moscardini marinati alla barbabietola fermentata con cicoria, salsa di spinacio e lenticchia soffiata con gelato alla liquirizia.

“In questo percorso, attraverso il gelato, ho inserito la sua evoluzione – ha spiegato la Di Biaggio – Partendo dalla granita, prima forma storica del sorbetto, per il quale in origine si usava neve e succhi di frutta. Da qui l’utilizzo di zuccheri che donano una struttura fine e cremosa, nel percorso presentato con un sorbetto di peperoni arrosto realizzato con zuccheri a basso tenore zuccherino”.

“In questo percorso si doveva perdere il concetto di gelato inteso come dolce da passeggio, ma parte integrante di portate gastronomiche”, ha aggiunto la maestra gelatiera.

Articoli correlati