QUELLA DEL FUCINO È LA PATATA IGP ITALIANA PIÙ RICHIESTA DAL MERCATO


AVEZZANO – Confermato il trend positivo della campagna di raccolta e fissati i prezzi per la Patata del Fucino Igp.

Lo rende noto il Consorzio di tutela, che ieri ha riunito l’assemblea dei soci. Sono oltre 115.000 i quintali raccolti e che saranno messi in commercio dal 10 agosto, che attestano che la Patata del Fucino è il primo prodotto Igp pataticolo italiano richiesto dal mercato.

A seguire, l’Osservatorio permanente, istituito dal Consorzio con la partecipazione dei nuovi membri del consiglio d’amministrazione e di tutti i confezionatori soci del consorzio (Ampp,Torti, Angelucci, Fratelli Cambise, cooperativa La Serra, La Campagnola e Coltor), dopo aver constatato, con l’inizio delle scavature, l’ottima qualità del prodotto con pezzatura più uniforme verso un calibro medio-alto, ha concordato all’unanimità di fissare i primi prezzi di vendita da immettere sul mercato.

La Confezione vert-bag da kg. 1,5 a 0,75 euro/kg; la Confezione vert-bag da kg. 2,0 e 2,5 a 0,70 euro/kg; le confezioni in sacco rete da 5 kg a 0,70 euro/kg. Il tutto franco arrivo sovra imballo in cartone compresso.

Inoltre per le Patate del Fucino Igp, certificate alla produzione, franco magazzino dei condizionatori cernite e calibrate, è stato fissato un prezzo minimo in 0,25 euro al chilo.

Le aziende agricole riescono a ottenere una “produzione a qualità ecosostenibile”, con una rotazione colturale quadriennale e tecniche innovative nell’utilizzo di nuovi metodi naturali nella difesa fitosanitaria.

Le confezioni immesse sul mercato hanno un packaging innovativo in cui si evidenzia che il materiale usato, unico per tutti i confezionatori soci del Consorzio di Tutela Igp Patata del Fucino è eco compatibile e 100% riciclabile.

“Da parte dei consumatori, con la forte richiesta delle Patate del Fucino Igp, si è avuto il riconoscimento delle qualità organolettiche e dell’alto contenuto di fosforo e potassio, caratteristiche essenziali per la certificazione Igp, il tutto”, si legge in una nota del Consorzio diretto da Mario Nucci, “grazie all’impegno dei nostri pataticoltori che con la loro professionalità ottengono un prodotto di eccellente qualità, confermando l’areale fucense maggiore produttore pataticolo”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.