A FONTECCHIO TRENTA EVENTI CULTURALI PER UN’ESTATE DIVERSA DALLE ALTRE


FONTECCHIO – Quasi 30 eventi per un’estate diversa dalle altre, ma in cui il potere della condivisione e dell’interazione faranno recuperare il periodo buio del lockdown.

Fontecchio (L’Aquila) non rinuncia al suo cartellone estivo e presenta una serie di appuntamenti di livello, basati quasi tutti sulla partecipazione degli spettatori in un coinvolgimento che non travalicherà mai le misure di sicurezza.

Tutti gli eventi, infatti, si svolgeranno solo su prenotazione.

Il rispetto delle regole, delle distanze, l’obbligo di prenotare e di indossare la mascherina non altereranno il piacere di ritrovarsi, di stare insieme. Tra i nomi di spicco Davide Rondoni, noto poeta, scrittore e drammaturgo.

“Il timore di dover rinunciare a qualsiasi forma di vita sociale ci ha spinto a reagire, con prudenza e senso di responsabilità – dice in una nota il sindaco Sabrina Ciancone – .I nostri paesi soffrono, più di altri luoghi, i rischi di vite isolate, senza confronti, senza contatti. Il rischio grande è un ripiegamento su di sé, sulle proprie esclusive esigenze, necessità, prospettive. Individuali e non collettive. La nostra comunità ha il “dovere” di condividere quanto di sano, bello e sicuro ha. Allora, per reazione, nell’estate Covid-19 presente o incombente, abbiamo voluto organizzare e ospitare attività che prevedessero una interazione con gli abitanti, che fossero per tutti e con tutti. Sentirsi coinvolti, attivi, protagonisti, essere scrittori, attori, pittori, guide, narratori”.

Il calendario degli eventi nasce dalla collaborazione dell’amministrazione comunale con numerose associazioni locali e non.

I dettagli di ogni iniziativa saranno man mano pubblicati sul sito del Comune e i riferenti indicati saranno a disposizione per fornire chiarimenti.

“Nel rispetto delle sofferenze e delle difficoltà che la pandemia ha provocato e continua a causare, vogliamo dare un segnale di forza e positività – conclude il sindaco – Sotto un cielo aperto e limpido, c’è un modo di stare bene, insieme, a vivere, lavorare, ridere, imparare”.

IL PROGRAMMA

Si comincia da sabato 11 luglio coi laboratori di progettazione partecipata per il nuovo asilo nido, per poi passare dal 17 al 19 luglio allo spettacolo itinerante sull’Abruzzo, organizzato da TeatroVagante.

IL 18 luglio alle 18 piazza del Popolo ospiterà la presentazione del libro Cronache della restanza con Savino Monterisi e Paolo Fiorucci.

Dal 23 al 36 luglio alle Vecchie querce di San Pio si terrà il seminario residenziale “Cantare il paesaggio”.

Il 25 luglio alle 10.30 e il 26 alle 18 l’associazione “I campi di mais” organizza in piazza del Popolo il laboratorio “Nessuno mette i miei ferri in un angolo”.

Sempre lo stesso giorno al giardino della Torre sarà disputata dalle 20 la gara culinaria “polpetta day”.

Dal 27 al 30 luglio Davide Rondoni terrà “L’atelier delle arti” sul tema del viaggio e dell’incontro.

Il 28 luglio alle 20.30 la Protezione civile organizzerà nella sua sede la sua festa.

Dal 28 al 31 luglio il villaggio Map di Contrada Fuliana ospiterà la “Foresta magina”, laboratorio di murales per bambini e adulti.

Spazio anche ai convegni coi “borghi del respiro” (Auditorium Casa Serena, primo agosto ore 9), alle istallazioni itineranti con “Rosso macramé” (piazza San Pio, primo agosto ore 16.30), ai concerti aperitivi con “Jazz e dintorni” (primo agosto giardino della Torre ore 18).

Grande attenzione anche alla sostenibilità e alle tematiche ambientali col laboratorio di carta e cartoncino del 4 agosto alle 16,30 al giardino della Torre, con “acquerello di passaggio”, corso introduttivo che si terrà il 5 e il 7 agosto alle 17 sempre al giardino della Torre, e col laboratorio di cartapesta (8 agosto alle 15.30 al giardino della Torre).

Sempre l’8 agosto alle 17 piazza del Popolo ospiterà un laboratorio di pittura per bambini.

L’8 e il 9 agosto, invece, la tradizionale Festa patronale animerà il paese e si svolgerà una mostra collettiva di arte contemporanea (“Casa gialla” in piazza del Popolo).

Il grande teatro tornerà in scena con “Shakespeare o clown”, un seminario residenziale organizzato dal Circo d’Abruzzo (16-21 agosto).

Il 19 agosto alle Pagliare si tirerà fino all’alba con l’osservazione delle stelle e i racconti mitologici; alle 21, invece, è previsto il passaggio del fuoco del Morrone.

Spazio anche alla cena di comunità del 29 agosto dalle 20 in piazza San Pio.

A settembre si continua con l’interazione e gli spettacoli itineranti del 20, 26 e 27 e con un corso residenziale sui Mestieri del libro (Officina Manuzio).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.