A LANCIANO LA 58ESIMA FIERA DELL’AGRICOLTURA CON 250 ESPOSITORI


LANCIANO – “Senza ombra di dubbio la Fiera nazionale dell’Agricoltura di Lanciano è la più importante del centro sud e dà voce economica al Pil regionale e al territorio in un settore in costante crescita”.

Lo ha detto l’assessore alle Attività Produttive della Regione Abruzzo Mauro Febbo alla presentazione della 58esima edizione della Fiera dell’Agricoltura, in programma a Lancianofiera, polo fieristico regionale che ha come soci Regione, Provincia di Chieti, comune di Lanciano e Bper.

“Sempre più giovani sono impegnati nel settore agricolo che necessariamente viaggia a braccetto con turismo e cultura” ha aggiunto.

La rassegna si terrà dal 5 al 7 aprile, 250 gli espositori provenienti da tutta Italia e ditte costruttrici in arrivo da Belgio, Austria, Polonia, Germania, Francia, Usa e Giappone.

“La nostra è una fiera altamente specializzata nella meccanizzazione e computerizzazione legata all’agricoltura e al suo futuro” ha detto il presidente di Lancianofiera Franco Ferrante.

“Questa rassegna è la storia di Lanciano e dell’intero territorio – ha dichiarato il sindaco, Mario Pupillo – Dopo sacrifici e tagli virtuosi l’ente viaggia in attivo”.

La fiera dell’Agricoltura sarà aperta con orario 9-19 e offrirà spazi espositivi anche nel campo delle macchine olearie, giardinaggio, coltivazione terreni, vitivinicolo e animali da cortile. Cerimonia inaugurale alle 11 di venerdì 5 aprile.

Gli approfondimenti tematici riguarderanno salute e sicurezza in agricoltura, agroecologia e aziende multifunzionali, progetto del giardino, produzione integrata e meccanizzazione del vigneto.