A ROCCA DI CAMBIO LA CONSEGNA DELL’AGNESINO A PIO DI STEFANO

L’AQUILA – Non aveva potuto partecipare alla cerimonia di premiazione, così i decani del Pianeta Maldicenza oggi sono andati di persona a consegnare l’Agnesino a Pio Di Stefano.

“L’Uomo nero”, parodia dell’attualità politica con cui si è aggiudicato il premio era abbinato alla Congrega Bar Gran Sasso ed è stato rappresentato il 19 gennaio scorso all’Auditorium del Parco. Per Di Stefano si tratta della terza affermazione, dopo quelle del 2006 e del 2009.

Anche quest’anno Il Pianeta Maldicenza, allestito dalla Confraternita dei Devoti di Sant’Agnese e dalle Congreghe agnesine che fanno parte del comitato organizzatore, con il patrocinio e il sostegno del Comune dell’Aquila e della Bper, era mirato a promuovere la conoscenza della tradizione della maldicenza aquilana, intesa non come insulto o pettegolezzo, ma come sana e corretta critica costruttiva e leale antagonismo.

A scegliere i lavori vincitori sono state due giurie, una popolare e una, come accaduto già lo scorso anno, composta da una delegazione di Amatrice guidata dall’ex sindaco della città colpita dal sisma del 2016, Sergio Pirozzi, oggi consigliere regionale del Lazio. Il coordinamento è stato curato da Walter Capezzali. La giuria popolare, invece, è stata composta da rappresentanti dell’Ordine dei Medici dell’Aquila, con la guida del presidente, Maurizio Ortu, e il coordinamento di Amedeo Esposito.

La consegna dell’Agnesino a Di Stefano oggi, durante una conviviale, nel suo ristorante Il Caminetto a Rocca di Cambio.

Articoli correlati