ALLA SCOPERTA DELL’ANTICO CONVENTO DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE A CALASCIO


CALASCIO – Il Convento di Santa Maria delle Grazie, complesso francescano nel cuore di Calascio (L’Aquila) fondato nel 1594, apre le sue porte al pubblico in occasione della festa di Sant’Igazio di Loyola, mercoledì prossimo, 31 luglio.

L’iniziativa si deve all’associazione “Amici di Calascio”, da qualche mese guidata da Gianvito Pappalepore, che si è costituita da oltre 10 anni con lo scopo di collaborare con la Compagnia di Gesù nella gestione del convento e con il fine di continuare a offrire a gruppi di giovani, associazioni e a quanti si dedicano alla formazione umana e spirituale, un luogo particolarmente adeguato a questo tipo di proposte.

Ogni anno, l’associazione “Amici di Calascio”, nel giorno della festa di Sant’Ignazio di Loyola, apre le porte del complesso a quanti vogliano visitare questo gioiello dell’architettura francescana del 1600, in uno dei borghi più belli dell’Abruzzo interno.

Quest’anno, in tale occasione – si legge in una nota dell’associazione – proponiamo un’offerta culturale attraverso il Coro della Portella che si esibirà alle ore 19,00 all’interno del chiostro che conserva ancora intatti parte degli affreschi; sarà inoltre possibile visitare il refettorio ligneo originale, tonalmente restaurato.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.