CRITICHE AL CONSORZIO DI BONIFICA OVEST, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA DIVISE


AVEZZANO – “La nostra distanza nei confronti dell’operato del presidente del Consorzio di Bonifica Ovest è nota, tuttavia oggi prendiamo atto che qualcuno si è svegliato all’improvviso e ha iniziato a fare altrettanto. Tanta determinazione nel chiedere le dimissioni dell’attuale governance però non ci convince e sembra più un maldestro tentativo di riacquistare inutilmente una verginità persa in vista delle prossime elezioni consortili”.

A dirlo è il presidente di Coldiretti L’Aquila Angelo Giommo, in riferimento alla querelle nata in seno al Consorzio di bonifica Bacino Liri-Garigliano con sede ad Avezzano (L’Aquila), dove si sta da più parti contestando la gestione del presidente Gino Di Berardino – con Confagricoltura che ne ha chiesto le dimissioni – cavalcando l’onda delle conseguenze del maltempo, di cui Coldiretti aveva nei giorni scorsi evidenziato i numerosi danni nelle campagne marsicane.

“Come nella favola della bella addormentata, c’è chi si sveglia inaspettatamente per contestare l’operato dell’attuale presidenza consortile – aggiunge Giommo – . Un tempismo troppo perfetto che non ci convince”.

“Prendere le distanze da una gestione che finora è stata assecondata di fatto compartecipando è un evidente tentativo di prepararsi alla prossima tornata elettorale senza macchia e sul carro degli accusatori. Troppo facile fare così”.

“E gli agricoltori, come lo stesso assessore all’agricoltura Emanuele Imprudente, certamente comprenderanno il vero obiettivo di chi preferisce fare sterili chiacchiere che, in questo momento, non migliorano di certo le condizioni in cui versano le campagne fucensi”, conclude Giommo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021