DAL LIBRO DI VIAGGIO DI ESTELLA CANZIANI UN PERCORSO TURISTICO SUL GRAN SASSO AQUILANO


POGGIO PICENZE – Il libro di Estella Canziani Attraverso gli Appennini e le terre d’Abruzzo, pubblicato nel 1928, diventa una esperienza turistica per promuovere e sostenere la qualità e le eccellenze dei territori del Gran Sasso per valorizzare le risorse culturali, ambientali e le tradizioni anche enogastronomiche, quali leva di crescita e di occupazione.

Sostenuto dalla Fondazione Carispaq, che lo ha finanziato tra i 14 sostenuti con il bando rivolto proprio al turismo esperienziale, il progetto “Cento anni dopo…con gli occhi di Estella” è sviluppato dall’Asd Le Siepi Country Farm in collaborazione con I Viaggiatori del Parco e Gran Sasso Guides.

Il programma prevede cinque giornate tra natura, borghi e sapori che partono proprio dalla campagna di Poggio Picenze (L’Aquila) dove inizia il percorso che conduce a Fonte Vetica e a Santo Stefano di Sessanio.

È prevista la visita del centro storico di quest’ultimo borgo e di Castelvecchio Calvisio, un itinerario che conduce poi a Calascio con la visita del paese, della Rocca e del museo Verna. Poi di nuovo a Santo Stefano per scoprire un’azienda agricole e delle botteghe artigiane. Nella quarta giornata si raggiungerà Castel del Monte, dove si visiteranno un’azienda agricola e il museo della transumanza. Nella quinta e ultima giornata si raggiunge Campo Imperatore, per visitare la grancia di Santa Maria del Monte e si incontra il pastore Ruggiero Damiani, si percorre il canyon dello Scoppaturo fino a raggiungere il ristoro Mucciante.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021