DISABILI “CASARI PER UN GIORNO” ALLA FATTORIA SOCIALE VILLA IRELLI


ATRI – “Casari per un giorno”. È questo il titolo scelto per sintetizzare l’esperienza vissuta ieri dai ragazzi e dalle ragazze con disabilità, dai 15 anni in su, che stanno seguendo i vari laboratori nella Fattoria Sociale Villa Irelli, a Castelnuovo Vomano, nel comune di Castellalto (Teramo), nell’ambito del progetto “Di Arti e di Mestieri” curato dall’Opera Sante de Sanctis in collaborazione con Villa Irelli.

Nel pomeriggio di ieri sono stati accolti dall’Azienda Agricola biologica D’Amario e Feliciani, ad Atri, per vivere l’esperienza della lavorazione del latte e dei formaggi direttamente in un caseificio. I ragazzi hanno visitato l’azienda, accolti dai titolari, e si sono cimentati direttamente sul posto nella produzione del formaggio, dal noto pecorino di Atri alle ricotte (attività già sperimentata e consolidata con i laboratori di “Di arti e di mestieri” a Villa Irelli, grazie a Tiziana Feliciani di questa azienda che segue i ragazzi). I partecipanti, accompagnati dai famigliari e dagli operatori qualificati dell’Opera de Sanctis, hanno poi degustato i prodotti genuini provenienti dalla stessa azienda agricola.

“Ringrazio sentitamente Tiziana Feliciani e Antonio D’Amario, titolari dell’azienda agricola che ci ha ospitati – dichiara il dottor Marco Valerio de Sanctis, presidente dell’Opera Sante de Sanctis – per la grande disponibilità nell’accoglierci. La produzione del formaggio è già un laboratorio consolidato con il progetto ‘Di arti e di mestieri’, ma visitare un’azienda del settore per i ragazzi è stato certamente utile e formativo. Dalla mungitura alla lavorazione del latte, hanno avuto l’opportunità di comprendere quanta cura ci sia dietro il prodotto finito. Lavorare in una azienda agricola, infatti, vuol dire ‘prendersi cura’. Accudire di animali e piante, la natura che ci circonda. Ringrazio anche i ragazzi e le loro famiglie per l’entusiasmo e la partecipazione e ovviamente gli operatori dell’Opera de Sanctis per il prezioso lavoro. Questa estate (dall’11 al 22 luglio e dal 29 agosto al 4 settembre) torneremo a offrire il campo estivo A-bilmente, progetto alla terza edizione per i bambini e le bambine con disabilità dai 5 ai 14 anni, con numerose iniziative e laboratori, caratterizzato da attività con le quali si cimenteranno per promuovere tutte le aree dello sviluppo, per socializzare e per vivere momenti piacevoli e stimolanti, in particolare ci sarà l’avvicinamento agli animali, la motricità, il contatto con la natura, il parent training e anche tanto divertimento. Per saperne di più si può contattare il numero 345-2351228”.

“Per i ragazzi e le loro famiglie – aggiungono la psicologa Giulia Di Donato e la terapista occupazionale e terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva Paola Di Marco – la visita a questa azienda, come successo lo scorso anno con la Tenuta Cerulli Spinozzi di Canzano e il Liceo Grue di Castelli, è stata una esperienza stimolante sia dal punto di vista sensoriale che sociale. Ringraziamo anche noi tutti i ragazzi e le loro famiglie e i titolari dell’azienda agricola per la cortesia e la disponibilità”.

Di Arti e di Mestieri è un progetto supportato dalla Fondazione Tercas e organizzato in collaborazione con la Cia Agricoltori Italiani L’Aquila-Teramo, la Compagnia dei Merli Bianchi, l’associazione NaturAmo e la società agricola D’Amario e Feliciani di Atri e prevede ogni venerdì pomeriggio, dalle 15 alle 19, laboratori rivolti a ragazzi e ragazze con disabilità, in particolare con disturbo dello spettro autistico, dai 15 anni in su. Tra le attività proposte laboratori di teatro, di infeltrimento della lana, di musicoterapia, di lavorazione della ceramica, di cucina, di produzione del formaggio, di lavorazione del legno, laboratori dedicati alla cura dell’orto e, novità di questa seconda edizione lo Yoga, in collaborazione con l’associazione Yoga and Pleasure (Yap). Per le famiglie sono in programma anche mostre mercato e parent training. I ragazzi sono seguiti da operatori sanitari, assistenti, artisti e professionisti affinché possano sperimentare comportamenti adattivi e apprendere abilità funzionali alla vita quotidiana e all’autonomia, cercando anche di favorire l’occupazione dei partecipanti per garantire a tutti una vita migliore.

L’Opera Sante de Sanctis è un’associazione per la terapia e la riabilitazione di disabili psicofisici fondata nel 1898 da Sante de Sanctis, pioniere della neuropsichiatria infantile in Italia. L’Associazione svolge, fin dalla sua fondazione, un ruolo di avanguardia nell’uso di tecniche riabilitative innovative o sperimentali associate alla tecnica riabilitativa ordinaria. Nel 1978 il Ministero della Sanità ha stipulato con l’Associazione la prima Convenzione con la quale è stata sancita l’autorizzazione a fornire assistenza sanitaria specifica riabilitativa dando vita a quelle attività che ancora oggi, in accordo con tutte le successive innovazioni e integrazioni introdotte dalla Regione Lazio, i quattro centri di riabilitazione dell’Associazione, situati nel tessuto urbano romano con trattamento semiresidenziale e ambulatoriale, continuano a erogare.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022