“E SPACE TURISMO”, UN CORSO DI FORMAZIONE GRATUITO PER LE IMPRESE DI PESCARA E CHIETI


PESCARA – Quale è il profilo del turista tipo in Abruzzo? Cosa il territorio può offrire? Quali sono le leve del marketing da cavalcare?

A queste ed altre domande risponderà il corso “E Space Turismo” organizzato dalla Camera di Commercio Chieti-Pescara in collaborazione con Abruzzo Innovatur, il Polo di coordinamento per il turismo della Regione Abruzzo.

Presentato, questa mattina, in diretta streaming sui canali social dell’ente camerale, prenderà il via il 19 gennaio e si concluderà il 15 aprile: un percorso on line tra webinar e laboratori interattivi per fare squadra tra gli operatori turistici chiamati a costruire una immagine unitaria dell’Abruzzo.

“Si stima che, nel nostro Paese, solo con il primo lockdown, c’è stata una perdita pari a circa 90 miliardi di euro e 220.000 posti di lavoro” dice il presidente Gennaro Strever. “In questo momento è importante adoperarsi per aiutare le imprese a reagire efficacemente durante la fase di ripartenza e la formazione rappresenta uno dei diversi modi possibili messi in campo dall’ente camerale. Il turismo ha una grande peculiarità: prende trasversalmente tutti quei settori considerati essenziali per la ripresa, dal digitale alla sostenibilità, dall’intelligenza artificiale all’artigianato di eccellenza”.

E sui temi della sostenibilità e del digitale si è focalizzato l’intervento di Dario Colecchi, presidente Innovatur, che collabora con la Regione e le altre istituzioni per l’introduzione di innovazioni di prodotto e di processo anche nelle politiche turistiche.

“Abbiamo sofferto e stiamo soffrendo per le aree legate al turismo invernale” dice, “ma le prospettive che abbiamo davanti sono buone. Dobbiamo cogliere le informazioni per introdurre un nuovo modo di commercializzare ed intercettare i flussi turistici che arriveranno. Dobbiamo seguire le nuove logiche di impresa e di mercato, ma la strada che è stata intrapresa è quella giusta”.

Come ha sottolineato Roberta Miliano, una delle massime esperte in strategia digitale per il turismo, docente del corso e membro dell’advisory board della fiera “Buy Tourism On line” (Bto), “gli operatori che investono maggiormente in promozione e marketing saranno quelli più pronti nella fase di ripartenza. Il digitale ha accelerato di ben 7 anni i processi interni aziendali e di ben 3 anni le relazioni con i clienti. È necessario che ci sia una coerenza nei messaggi per trarre i frutti di questo nuovo scenario”.

Scenario che è stato perfettamente inquadrato da un altro docente del corso, Alberto Bazzucchi di Isnart che, sulla base degli ultimi dati diffusi a livello nazionale, ha confermato per il 2021 le tendenze del 2020, quando un terzo degli italiani si è mosso principalmente per fare sport.

Grazie a questo nuovo bisogno, l’Abruzzo, che per un decennio, a causa della tragica congiunzione terremoti e crisi economica, era uscito dal radar della domanda turistica, ha visto un incremento dei flussi dal 2,6% al 5,5%. È aumentata la richiesta del turismo di prossimità e la ricerca di mete paesaggistiche e culturali di piccole dimensioni che, come sottolinea Piera Menichini project manager del corso e formatrice presso l’Università Cattolica di Milano, comportano una “riqualificazione dell’offerta, incentivando una programmazione di medio e lungo periodo ed auspicando la costituzione di una regia unica in Abruzzo per il rilancio del turismo, settore determinante dell’economia italiana”.

Il corso, come ha ricordato il coordinatore Alessandra Carulli, è gratuito per le imprese di Chieti e Pescara e prevede una quota di partecipazione di sole cento euro per le aziende iscritte alla Camera di Commercio del Gran Sasso.

“Il programma didattico è stato concepito sin dall’inizio” spiega, “come un vero e proprio laboratorio di formazione e questo perché abbiamo voluto, fin da subito, abbinare le diverse tematiche che verranno affrontate ad una modalità di svolgimento sia off-line che on-line che incentivi il confronto tra i docenti e i partecipanti”.

“La formazione” come ha sottolineato Tosca Chersich, dirigente dell’area “Promozione dei servizi alle imprese ed al territorio” della Camera di Commercio di Chieti-Pescara, “è uno degli asset della strategia camerale su cui poggiano tutte le azioni relative alla ripartenza dei vari comparti. Il turismo è sicuramente la punta di diamante della politica camerale impegnata sulla costruzione della destinazione Costa dei Trabocchi, ma tanto faremo, anche grazie al nostro Punto di impresa digitale (Pid), per lo sviluppo tecnologico delle nostre imprese”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021