FATTORIA IN CRISI CAUSA COVID, SCATTA GARA DI SOLIDARIETÀ PER “IL GOCIO” DI TORTORETO


TORTORETO – Una gara di solidarietà è scattata per sostenere la Fattoria Il Gocio di Tortoreto (Teramo), che a causa della pandemia ha subìto come tanti una brutta battuta d’arresto.

Salvatore Praiola arriva a Tortoreto dopo il terremoto che colpisce le zone interne, ed anche la sua precedente dimora nei pressi di Civitella del Tronto. Da terremotato decide di trasferire la sua azienda di formaggi a latte crudo di capra, in zona Cavatassi.

Purtroppo proprio mentre si faceva strada e allargava le sue conoscenze per poter vendere le sue prelibatezze, è arrivata la pandemia che lo ha costretto a gettare chili di formaggi per non buttare direttamente il latte e a regalare i capretti alla Caritas a sue spese.

Adesso Salvatore vuole ripartire e la comunità locale si mobilita. La Condotta Slow Food ha organizzato una visita in azienda il 25 maggio alle 16,30, rivolta esclusivamente a ristoratori e gruppi di acquisto locali. La visita che comprende anche la degustazione dei suoi formaggi ed è totalmente gratuita, con offerta libera.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021