FOOD&BEVERAGE, SETTE AZIENDE ABRUZZESI IN FIERA IN PRESENZA A MOSCA


PESCARA – Oggi le fiere virtuali sembrano essere un vago ricordo: si è conclusa, infatti, ieri con un grande successo di pubblico l’edizione 20201 della Prodexpo, principale fiera internazionale per il settore del Food & Beverage che viene organizzata, annualmente, a Mosca.

L’edizione 2021, che ha preso il via lo scorso 12 aprile, rappresenta un evento simbolico perché è la prima iniziativa internazionale in presenza organizzata dopo un lungo periodo di stop grazie alla sinergia tra Agenzia di Sviluppo-Azienda Speciale della Camera di Commercio Chieti-Pescara in accordo con il Dipartimento Sviluppo Economico della Regione Abruzzo, nell’ambito del piano “Export Sud II”.

Le limitazioni vigenti in tema di mobilità internazionale hanno condizionato le adesioni alla fiera, consentendo la partecipazione esclusivamente alle aziende dotate di un proprio rappresentante locale. Per questo motivo sono state trentasei le imprese italiane ammesse, sette delle quali abruzzesi, a fronte delle centoventi delle annualità precedenti.

Per garantire la partecipazione all’iniziativa alle imprese abruzzesi non ancora rappresentate in Russia, l’Agenzia di Sviluppo ha avviato, per alcune di loro, una selezione di figure professionali esperte in ambito commerciale internazionale, grazie alla collaborazione dell’Ufficio ITA/ICE di Mosca.

I “Temporary Export Managers” (TEM) selezionati sono entrati in contatto con le imprese con il fine di essere istruiti in merito alle politiche di vendita ed alle caratteristiche dei prodotti.

Per tutta la durata dell’evento e nelle fasi immediatamente successive i TEM hanno fatto gli interessi delle realtà abruzzesi riferendo puntualmente sugli eventuali sviluppi degli incontri.

Il progetto TEM sarà replicato anche in occasione delle prossime manifestazioni fieristiche estere organizzate da Agenzia di Sviluppo grazie alla duratura collaborazione con la Regione Abruzzo.

Questi i commenti a caldo delle aziende partecipanti.

Evangelista Liquori riferisce di un’affluenza superiore alle aspettative e la presenza di potenziali clienti ritenuti molto validi e fortemente interessati ai liquori tipici d’Abruzzo.

Per l’Azienda vinicola Marramiero la partecipazione a questa particolare edizione della Prodexpo porterà risultati potenzialmente significativi perché si definiranno gli accordi commerciali in vista della ripresa dei consumi e perché i rischi legati ai contagi hanno tenuto lontano dai corridoi della fiera i visitatori poco interessati, lasciando più spazio ai professionisti del settore.

L’Azienda vinicola Ca’ D’Abruzzo conferma l’alta qualità dei buyers in fiera e riferisce di un grande interesse per i propri spumanti oltre che per i tradizionali vini Doc abruzzesi.

L’oleificio D’Amico, alla seconda esperienza in Russia con ottimi riscontri già nella precedente edizione della Prodexpo, ha ottenuto numerose visite presso lo stand e buona parte dei contatti presi sono stati reputati meritevoli di approfondimento e saranno gestiti in collaborazione con il TEM individuato da Agenzia di Sviluppo.

L’Azienda Vinicola Fuschi conferma la buona qualità dei contatti presi fin dal primo giorno dal TEM selezionato dal nostro Ufficio, una figura esperta e ben inserita nel mondo del vino in Russia. Grande interesse per i vini bio e di qualità.

Fox Italia ed Universal Caffè, piacevolmente sorprese per l’affluenza, riscontrano tuttavia una certa incertezza per il futuro, condizionato dall’onda lunga della pandemia che, si teme, farà sentire i suoi effetti sull’economia russa ancora per molto.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021