FRENO ALLA GDO E SUPPORTO ALLE BOTTEGHE NEL NUOVO PIANO DEL COMMERCIO DELL’AQUILA


L’AQUILA – Prevede un freno alla grande distribuzione e il supporto al recupero delle attività di vicinato nel centro storico della città e delle frazioni il Piano del commercio approvato stamani dal Consiglio comunale dell’Aquila.

A favore del provvedimento hanno votato 18 consiglieri (dei gruppi Fdi, Forza Italia, Lega, Udc, Benvenuto Presente), 5 contrari (Pd, Articolo 1, Iv, Cambiare insieme).

Nel corso dell’illustrazione della delibera ai componenti dell’Assemblea – la seduta si è tenuta in videoconferenza -, l’assessore al Commercio, il vice sindaco Raffaele Daniele, ha precisato che “il Piano segue e completa il percorso avviato con il disciplinare delle attività produttive per lo sviluppo economico approvato nel 2018, che riguardava specificamente la parte normativa e il funzionamento del Suap, lo sportello unico delle attività produttive del nostro ente. Inoltre – ha proseguito il vice sindaco – ci adeguiamo alla legge regionale 23 del 2018, che stabilisce la necessità di una pianificazione complessiva del settore, soprattutto in materia dei paramentri da determinare per la media e la grande distribuzione. E proprio sotto questo punto di vista, il nuovo Piano del commercio sostanzialmente blocca – come peraltro già previsto dalla citata legge regionale – nuovi insiediamenti della grande distribuzione, sotto ogni punto di vista, sia come aggregazione di singole attività sia come centro commerciale unitariamente inteso. In questo senso, è stata molto chiara la relazione del Cresa che ha effettuato uno studio specifico sul tessuto produttivo-ecomonico e che ha costituito un’altra delle base per arrivare alla stesura del nuovo documento”.

“Dopo 18 anni abbiamo dato alla città un nuovo Piano del commercio – ha detto ancora il vice sindaco Daniele – mantenendo una promessa che già era stata fatta agli aquilani con il programma di mandato. Uno strumento adeguato alla situazione normativa che si è evoluta nel tempo, ma che soprattutto pone una concreta attenzione alla mutazione delle necessità di una categoria che rappresenta un pilastro fondamentale per la collettività aquilana. Il documento varato dall’Aula è da considerare una costola dell’attività complessiva di pianificazione che questa amministrazione sta mettendo a punto, per disegnare una città nuova, moderna, competitiva e per valorizzare i suoi unici ed eccezionali aspetti storici e artistici”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.