GELATE IN MARSICA: PRIMI DANNI ALL’AGRICOLTURA MA SI TEME IL PEGGIO


CELANO – Una gelata tardiva ha danneggiato la scorsa notte la gran parte delle coltivazioni in Marsica e nella piana del Fucino.

“Stamattina intorno alle 5 la temperatura è scesa a meno 5 gradi e sono stati colpiti tutti i frutteti, tutte le piante di noci e tutti gli ortaggi – spiega a Virtù Quotidiane Luigi D’Andrea vice presidente della cooperativa Campp, che riunisce circa 300 agricoltori – I terreni coperti da teli pare invece si siano salvati, ma con precisione lo sapremo solo nei prossimi giorni, mentre tutte le carote che stanno germogliando in questo periodo, così come le patate, si sono gelate tutte”.

È presto per quantificare il danno, ma il peggio sembra debba ancora venire, visto che sono previste gelate ancora stasera e domani.

Si temono gelate anche nella Valle del Tirino, già duramente colpita esattamente un anno fa, dove alcune aziende stanno provvedendo a coprire le colture con dei teli protettivi. (m.sig.)