GIORNATA DELL’AMBIENTE, 300 STUDENTI PARTECIPANO A CONFERNZA AREA MARINA DEL CERRANO


PINETO – Circa 300 studenti dell’Istituto Primo Levi di Sant’Egidio alla Vibrata e Ancarano, del Polo Liceale Saffo e dell’Istituto d’istruzione superiore Moretti di Roseto degli Abruzzi, dello Zoli e del Polo Liceale Illuminati di Atri, dell’Iistituto Pascal-Comi-Forti di Teramo e del Liceo Scientifico Marie Curie di Giulianova hanno partecipato oggi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, alla conferenza “Terre del Cerrano” che si è tenuta in collegamento attraverso la piattaforma Teams. L’incontro è stato incentrato sulle attività e i progetti dell’Area marina protetta (Amp) Torre del Cerrano oltre che sui più delicati temi legati alla tutela ambientale.

Dopo i saluti istituzionali, Ottavio Di Carlo, guida del Cerrano, ha parlato agli studenti del Percorso Storia e del Percorso Duna. Il project manager del progetto Life Delfi Sergio Guccione ha poi spiegato il Percorso Mare. Tra gli altri argomenti affrontati, a cura del Wwf Teramo: il Fratino, il delicato trampoliere che vive nelle spiagge italiane, e gli elementi naturali (Global Warming, effetto serra e gas serra, gli obiettivi dell’agenda 2030 per il rispetto dell’ambiente). L’iniziativa è stata organizzata dalla consulta giovanile studentesca di Teramo.

“Siamo molto felici di aver ospitato oggi, seppur a distanza, gli studenti del nostro territorio – commenta in una nota il presidente dell’Amp Torre del Cerrano, Fabiano Aretusi – purtroppo a causa della pandemia da Covid-19 molti progetti di educazione ambientale con le scuole non sono stati organizzabili e questo appuntamento è stato importante per far conoscere ai più giovani i temi cari all’Amp, partendo dalla sua storia, per poi passare al global warming, alla biologia marina e alle attività che portiamo avanti nell’AMP e i vari progetti ai quali stiamo lavorando. Ringrazio i docenti degli istituti coinvolti e i relativi dirigenti scolastici per la sensibilità dimostrata e i referenti della consulta giovanile studentesca di Teramo per l’impegno profuso nell’organizzare questa attività nella speranza di tornare a ospitare presto in presenza gli studenti”.

“Ringraziamo l’Amp Torre del Cerrano – afferma il vice presidente della Consulta provinciale studenti di Teramo Lorenzo Di Vittorio – per la grande disponibilità dimostrata in questi mesi di organizzazione. Uno degli obiettivi della Consulta provinciale degli studenti è sempre stato quello di far trovare un’abitazione sicura all’interno delle scuole all’educazione ambientale. Con il progetto Terre del Cerrano abbiamo dato avvio a progetti di educazione ambientale che dal prossimo anno scolastico saranno inseriti al centro della nostra programmazione annuale. Abbiamo il dovere di educare le giovani generazioni affinché acquisiscano una coscienza ambientale, con la conoscenza e lo studio della Area Marina Protetta Torre del Cerrano facciamo un primo passo verso il nostro ambizioso obiettivo”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021