GIUSEPPE ROSSI E DARIO FEBBO AMBASCIATORI DEL PARCO DEL GRAN SASSO NEL MONDO


L’AQUILA – Il Consiglio direttivo dell’Ente Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga ha deliberato la nomina, quali Ambasciatori del Parco nel mondo, di Giuseppe Rossi e Dario Febbo.

Nomina di non formale riconoscimento e di sincero ringraziamento per due persone che, rispettivamente come presidente e direttore, hanno gestito e guidato il Parco nei primi difficili anni di vita dell’Ente con capacità e amore.

Un’esperienza intensa, una dedizione assoluta alle tematiche di gestione degli ambienti naturali protetti; Giuseppe Rossi, il primo storico presidente dell’Ente Parco del Gran Sasso e Monti della Laga, insieme al direttore Dario Febbo, hanno avviato concretamente l’attività dell’Ente Parco.

“Hanno saputo, con entusiasmo e visione, implementare dal nulla delle sole carte iniziali istitutive dell’Ente, una solida realtà istituzionale di protezione ambientale sin da subito considerata esempio per le analoghe aree protette”, afferma il presidente del Parco Tommaso Navarra. “Il Parco e noi tutti dobbiamo a quei sapienti primi passi iniziali; esempio alto di capacità costruttiva e impegno”.

Tra le motivazioni della nomina si legge: la promozione di valori anche immateriali come le matrici ambientali, la conoscenza e la cura della biodiversità, l’ispirazione e la cooperazione nella Comunità Identitaria, l’armonia e l’equilibrio delle azioni amministrative, la ricerca e l’autonomia, la dignità e la gentilezza, la vicinanza al territorio e la professionalità, insieme alla incommensurabile esperienza, hanno fatto di entrambi i soggetti ideali per rappresentare il Parco quali “Ambasciatori nel mondo”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021