HUGS, A ROSETO DEGLI ABRUZZI LA NUOVA FRONTIERA DELLA SOCIALITÀ PASSA PER IL BANCONE BASSO

Hugs

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Il banco basso con le sedie segna la nuova frontiera della socialità rosetana, dove Hugs, che tra qualche settimana compie un anno di attività, entra a gamba tesa nel panorama dell’accoglienza: un locale giovane su due piani, finemente arredato e dall’offerta finalmente versatile, in cui l’aperitivo si confonde con la cena.

Già dal nome – accompagnato da Enoteca innovativa – si capisce dove vogliono andare a parare i due proprietari, entrambi imprenditori del settore con proprie attività in città, che si sono affidati alle mani di un sapiente oste che sui vini sa spaziare e osa oltre il cliché. A completare l’opera ci pensa la cucina, dove lo chef, giovane ma con esperienza, propone un’offerta facilmente declinabile in stuzzico o piatti a tutti gli effetti.

Il bancone, insolito da queste parti, pone il cliente allo stesso livello di chi mesce e magari affetta formaggio o salame, come se davanti a te ci fosse l’amico che ti ospita a casa. Ricca la carta dei vini, contenuto ma sfizioso il menù, che spazia dalla terra al mare. Questa insegna sulla via Nazionale a Roseto degli Abruzzi (Teramo) merita una tappa.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2023