“IL CAMMINO D’ABRUZZO” PRENDE FORMA CON LA SOTTOSCRIZIONE DI UN PROTOCOLLO TRA LE PROVINCE


PESCARA – Nella riunione del direttivo Upi Abruzzo, lo scorso 24 febbraio a Pescara, convocata dal presidente Angelo Caruso, alla presenza dei presidenti delle Province di Chieti, Teramo e Pescara e della presidente dell’associazione “Abruzzo a Piede Libero” Orietta D’Armi, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra le quattro Province abruzzesi per la realizzazione di un percorso sostenibile denominato “Il Cammino d’Abruzzo”.

Il Cammino d’Abruzzo è un percorso ciclo-pedonale di 660 km e si sviluppa interamente sul territorio abruzzese.

Si presenta con un circuito ad anello che transita su ben 70 comuni dove paesaggi mozzafiato fanno da cornice a tutta la storia del popolo abruzzese. Attraversa sentieri collinari, montani e costieri passando per borghi, frazioni, comuni e coinvolgendo le 4 città capoluogo, L’Aquila, Chieti, Teramo e Pescara ed i suggestivi Parchi, il Parco nazionale d’Abruzzo, il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il Parco nazionale della Maiella, il Parco regionale Velino-Sirente e numerose oasi naturalistiche.

Suddiviso in 33 tappe, può essere percorsa su alcune tratte anche da persone che hanno disabilità motorie grazie all’ausilio delle joilette.

L’obiettivo che le Province si pongono con questo progetto è valorizzare il territorio e promuovere il turismo sostenibile.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022