ITINERARI RELIGIOSI, ENOGASTRONOMIA E TRADIZIONI NEL NUOVO PORTALE “CIAK TERAMO E DINTORNI” REALIZZATO DALL’ALBERGHIERO “DI POPPA-ROZZI”


TERAMO –Una vera sperimentazione di un nuovo modo di comunicare i valori del territorio e le competenze acquisite, attraverso il linguaggio nuovo, semplice e diretto dei millennial. È il progetto di marketing territoriale “Ciak Teramo e dintorni” (www.ciakteramoedintorni.it), realizzato dall’Istituto d’istruzione superiore “Di Poppa-Rozzi” che è stato oggi presso l’ipogeo di Teramo, frutto di un Patto di comunità con enti, associazioni e istituzioni.

Un lavoro aperto e collaborativo tra scuola, operatori ed istituzioni del territorio, che promette sicuramente un seguito e che vede i ragazzi parte attiva ed operativa del progetto, relazionarsi con imprenditori e attori locali del territorio.

Frutto di un lavoro durato due anni di docenti e studenti delle classi 4^ B e 5^ B dell’anno scolastico 2021-22 del corso di Accoglienza Turistica e di Cucina dell’Istituto Alberghiero, diretti dalla preside Caterina Provvisiero, Ciak Tour prende vita nel 2020, con l’obiettivo di realizzare un progetto didattico finalizzato a rendere significativo l’apprendimento delle discipline curriculari e onorare i Patti di comunità stipulati tra la scuola e le istituzioni locali, per la conoscenza e la promozione turistica della provincia teramana

Il progetto è strutturato sui temi del turismo religioso-esperienziale ed enogastronomico e ha coinvolto diverse classi dell’Istituto, nove comuni della provincia teramana (Teramo, Crognaleto, Campli, Civitella del Tronto, Corropoli, Giulianova, Morro D’oro, Canzano e Isola del Gran Sasso), operatori e professionisti del territorio, esperti di storia dell’arte e della comunicazione, guide turistiche che, in sinergia con gli studenti e i professori coinvolti hanno realizzato video promozionali in cui gli stessi ragazzi sono stati gli attori protagonisti ed hanno raccontato il territorio attraverso “gli occhi” della telecamera di professionisti video-maker.

I video sono poi stati inseriti all’interno di una piattaforma web creata ad hoc per contenere le informazioni turistico-promozionali sui luoghi esplorati e raccontati dagli studenti: un portale creato dunque per contenere i prossimi progetti di conoscenza e promozione del territorio.

Dopo i saluti istituzionali della dirigente Provvisiero, del vescovo di Teramo-Atri monsignor Enzo Leuzzi, del sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, del rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale, del presidente del Consorzio Bim, del prefetto di Teramo, dell’assessore regionale all’Istruzione, Pietro Quaresimale, e del sottosegretario regionale Umberto D’Annuntiis, sono stati presentati la piattaforma web a cura di Cykel Software di Giammaria de Paulis, i santuari e le ricette a cura della prof.ssa Daniela Di Ferdinando e si sono alternati interventi formativi con gli studenti a cura della prof.ssa Gabriella Colangeli e della Prodeo Snc. Infine gli interventi degli studenti-attori. È stato infine consegnato riconoscimento e codice di accesso al portale web ai Comuni coinvolti e agli Enti finanziatori per l’adesione al patto di comunità, prima della degustazione dei piatti tipici che sono stati presentati nella piattaforma web.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2023