LA “DIVERTIMAPPA” PER FAR SCOPRIRE L’AQUILA AI BAMBINI, TURISTI E NON


L’AQUILA – Un libricino contenente 3 mappe, tante informazioni e più di 20 giochi per far conoscere L’Aquila ai bambini, turisti ma non solo. È la “Divertimappa” che dopo la fortunata esperienza del 2016 il Comune ha deciso di riproporre stampandone una nuova edizione in ben 15mila copie che saranno distribuite nei due Info point (Fontana luminosa e Fonte Cerreto) e alle scuole che ne faranno richiesta.

Presentata stamattina dall’assessore comunale al Turismo Fabrizia Aquilio insieme al presidente della Gran Sasso Acqua spa Alessandro Piccinini (nella foto sotto), che insieme alle divertimappe consegnerà delle borracce con un Qrcode che rimanda al sito del turismo quilaquila.it, la pubblicazione contiene delle novità rispetto alla prima edizione.

“Nella ristampa, coinvolgendo la Gran Sasso Acqua spa, abbiamo inserito una guida alle fontanelle presenti in città”, ha spiegato la Aquilio, “una piccola caccia al tesoro che incita i bambini a trovarle e a riempire d’acqua le borracce realizzate e distribuite dalla Gsa. E poi i Quarti, i proverbi aquilani, il museo Munda, la chiesa di San Silvestro che nel frattempo è stata restituita alla comunità dopo i restauri, la Riserva naturale delle sorgenti del fiume Vera, il lago di Campotosto e una caccia ai tesori dell’arte, convinti del fatto che vedere con occhi diversi i luoghi arricchisce le conoscenze che costruiscono il bagaglio culturale degli uomini e delle donne del domani”.

“È un prodotto pensato per la promozione e l’accoglienza turistica”, ha aggiunto l’assessore ricordando che la prima edizione fu voluta dall’allora assessore Lelio De Santis, “ma anche gli stessi aquilani svolgono un ruolo nella trasmissione dei saperi agli ospiti della città, per questo le consegneremo anche alle famiglie e a chiunque ne faccia richiesta”.

“Siamo stati entusiasti di aderire a questa iniziativa”, ha aggiunto Piccinini, “perché volevamo che il gadget che avevamo pensato in occasione del Giro d’Italia potesse essere riproposto, l’iniziativa è lodevole perché iniziamo ad avere un turismo che, seppur casuale e poco organizzato, registra numeri importanti e ha bisogno di un orientamento. Stiamo lavorando molto anche al recupero delle fontanelle che stiamo pian piano riportando alla luce. Questo deve fare il paio con l’utilizzo consapevole dell’acqua, risorsa che va gestita in modo più parsimonioso”.

La Aquilio ha ricordato che nel 2021 sono esaurite 15mila mappe della città stampate dal Comune, a dimostrazione del crescente numero di presenze turistiche. La Divertimappa, che ora affiancherà le cartine turistiche, contiene gli itinerari “L’Aquila, la città dei 99”, “Tra borghi e castelli. L’Aquila e dintorni” e “Parchi e riserve naturali tra i monti più alti dell’Appennino”, e oltre ai parchi giochi cittadini e ai luoghi d’interesse dentro le mura, segnala anche le attrattive del circondario, come Parco della Maiella e Pnalm, siti archeologici, Grotte di Stiffe, tratturi e monasteri, Rocca Calascio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022