LA MARCIA DEL CREATO RIVIVE NEL GIORNO DI SAN FRANCESCO


CELANO – Successo per la settima edizione della Marcia del creato. La manifestazione partita questa mattina dal centro di Celano (L’Aquila), nella Marsica, ha visto la partecipazione di tantissime persone che hanno raggiunto, dopo 30 Km di cammino, il comune di Castelvecchio Subequo in Valle Subequana.

L’iniziativa arrivata nel giorno dedicato ai festeggiamenti in onore di San Francesco d’Assisi, mette insieme i luoghi che furono più volte attraversati dal santo e dove si narra ci siano stati anche dei miracoli fatti dal frate.

La marcia organizzata dal Parco regionale Sirente Velino guidato dal commissario Igino Cucchiarelli è stata ideata da Pasquale Casale funzionario della Regione.

“Siamo soddisfatti per la buona riuscita di questa settima edizione”, commenta a Virtù Quotidiane il commissario Igino Cucchiarelli, “che rappresenta un’esperienza per poter vivere il parco a contatto diretto e spirituale con la natura così come dai dettami di San Francesco che proprio su questi luoghi è passato più volte”.

La marcia ha visto la collaborazione della Regione Abruzzo e del Cai.

In particolare, il cammino, prende il via dal convento dei francescani Santa Maria in Valleverde di Celano, città natale di Tommaso da Celano biografo di San Francesco.

Il percorso continua sui crinali del Parco Sirente Velino e attraversa i territorio dei comuni di Cerchio e Collarmele.

Poi una prima importante tappa a Baullo, nel luogo del miracolo dell’acqua fatto da San Francesco.

Da qui si prosegue per Gagliano Aterno, il paese dove venne ospitato San Francesco dai conti di Celano.

Ultima tappa al convento dei Frati minori conventuali di Castelvecchio Subequo, dove i frati conservano il reliquiario con il sangue delle stimmate e i capelli di San Francesco D’Assisi e dove proprio oggi si sta festeggiando il Santo di Assisi. (fed.ci.)