LA STORIA DELLE ASSOCIAZIONI CUOCHI IN ABRUZZO NEL LIBRO DI LORENZO PACE


CHIETI – Il 13 ottobre scorso, giorno della festa del cuoco e del quarantesimo anniversario della fondazione dell’Unione cuochi abruzzesi, è stato pubblicato il libro Storia delle Associazioni dei Cuochi in Abruzzo, Edizioni Menabò, scritto dallo chef e segretario regionale dell’Unione cuochi abruzzesi, Lorenzo Pace.

Il libro di 196 pagine è suddiviso in 9 capitoli e 353 foto, in vendita al costo di 20.00 euro, le prefazioni sono di due autorevoli personalità dell’associazionismo dei cuochi, Rocco Pozzulo presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi e Giuseppe Finamore già cuoco della presidenza della Camera dei deputati e sindaco di Villa Santa Maria (Chieti) conosciuta come “Patria dei cuochi”.

L’introduzione è stata affidata allo chef Andrea Di Felice presidente dell’Unione cuochi abruzzesi. Le prime pagine si aprono con un salto nel passato, quando nel 1800 prendono piede le ragioni socio-economiche che inducono migliaia di abitanti delle Vallata del Sangro a diventare chef de cuisine, un momento oggi ricordato da 5 monumenti presenti in altrettanti paesi della “Valle dei cuochi”.

Nei capitoli successivi Pace analizza la storia dell’Unione cuochi abruzzesi, dell’Associazione cuochi Valle del Sangro, della Delegazione Cuochi di Roio del Sangro, dell’Associazione provinciale cuochi Pescara, dell’Associazione provinciale cuochi L’Aquila, dell’Associazione provinciale cuochi Teramo e dell’Associazione Custode della Tradizione.

L’ottavo capitolo, invece, traccia il profilo di personaggi abruzzesi che partiti dai loro paesi hanno presieduto e fondato associazioni di cuochi in Italia e all’estero; in appendice sono pubblicate le ricette gourmet di 11 chef abruzzesi segnalati nelle più prestigiose guide gastronomiche nazionali: Niko Romito, Daniele D’Alberto, Enzo Di Pasquale, Nicola Fossaceca, Matteo Iannaccone, Cinzia Mancini, Nadia Moscardi, Davide Pezzuto, Mattia Spadone, Arcangelo Tinari e William Zonfa.

Il libro di Lorenzo Pace nasce dall’esigenza di far conoscere l’importanza dell’associazionismo regionale e nazionale dei cuochi, di tirare le linee sull’evoluzione professionale del cuoco, di far emergere l’importanza della condivisione delle proprie esperienze e conoscenze ai fini di una crescita professionale eterogenea.

Grazie al lavoro di ricostruzione storica fatta dall’autore questa conoscenza è finalmente patrimonio comune e consentirà di divulgare il grande contributo di etica professionale che i cuochi abruzzesi hanno dato e continueranno a dare alla loro categoria e alla gastronomia regionale e nazionale.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021