LA TUTELA DEL BOSCO E IL SUO VALORE IDENTITARIO, CONVEGNO CON GIURISTI ALL’AQUILA


L’AQUILA – Il bosco come elemento identitario di una comunità e la sua difesa sia per il valore ambientale che per quello storico. È stato questo il filo conduttore del XVII convegno annuale “Domini collettivi e patrimonio forestale” che si è svolto questa mattina presso l’auditorium della Fondazione Carispaq all’Aquila organizzato dal Centro Studi delle Proprietà collettive e la cultura del giurista “Guido Cervati” dell’Università degli studi dell’Aquila con il sostegno della stessa Fondazione Carispaq.

In momento storico come quello che stiamo vivendo in cui il tema della transizione ecologica sta interessando tutti i settori, il convegno odierno ha affrontato le questioni emergenti dall’incrocio della disciplina di tutela del patrimonio forestale con quella relativa agli usi civici e ai domini collettivi.

Tra i relatori l’ex ministro di Grazia e Giustizia e presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick che ha parlato, in particolare, della valenza ambientale della tutela delle foreste e sulla necessità ed urgenza di questa protezione come confermano i numerosi e gravi episodi di incendi e smottamenti sempre più ricorrenti.

Il prof. Antonio Masi, professore emerito dell’Università degli studi La Sapienza di Roma, si è soffermato sull’evoluzione storica della disciplina dell’usufrutto del bosco.

Gli altri relatori, i professori Fabrizio Marinelli, Fabrizio Politi, Walter Giulietti, Maria Cristina Cervale e Alessia Fonzi dell’ateneo aquilano, hanno approfondito le tematiche specifiche della tutela dei domini collettivi, anche con riguardo alla disciplina del patrimonio forestale.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021