LE MANCE AVRANNO UNA TASSAZIONE RIDOTTA


ROMA – “Il 5% di tassazione sulle mance percepite dal personale dipendente è una misura accettabile”.

È il commento di Federcuochi alla norma inserita nella bozza di legge di bilancio approvata dal Consiglio dei ministri lo scorso 21 novembre, con la quale le mance passano dalla tassazione ordinaria Irpef a quella ridotta del 5%, valida anche nel caso di pagamenti elettronici.

“Un’iniziativa del nuovo Governo – sottolinea la federazione – volta a favorire l’emersione del lavoro nero e ad incentivare l’occupazione dei tanti addetti al settore ricettivo. Camerieri, baristi, receptionist, vedranno il 25% dei loro introiti totali derivanti da mance sottoposti alla tassazione ridotta fino ad un massimo di 50mila euro”.

“Resta da dirimere – conclude Federcuochi – il paradosso che vede le mance vietate dal Contratto nazionale di lavoro”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2023