L’IMPRESA DI ELIAS, GIOVANE AQUILANO PRODIGIO DELL’ARRAMPICATA APRE NUOVA VIA A VADO DI SOLE

foto Luca Parisse-70200studio.com

L’AQUILA – Nel panorama dell’arrampicata sportiva, un giovane abruzzese sta salendo alla ribalta.

Il suo nome è Elias Iagnemma e nei giorni scorsi ha mostrato ancora una volta la caratura del suo talento, liberando a Vado di Sole, tra Campo Imperatore (L’Aquila) e il versante pescarese del Gran Sasso, la via “Ten”, valutata con il grado 9 A, uno dei massimi livelli di difficoltà.

In gergo tecnico, “liberare” una via vuol dire salire la via, ovvero il percorso che l’arrampicatore compie per arrivare in cima alla parete di roccia, senza utilizzare nella progressione ganci, cordini, fettucce e altri strumenti, affidandosi solamente alla roccia e alle proprie forze.

Liberare una via difficile è l’aspirazione di ogni arrampicatore, un progetto a lungo termine che richiede tempo e organizzazione.

Dopo aver vinto la Coppa Italia 2018 nella specialità boulder (un tipo di arrampicata praticata su massi senza l’utilizzo di corde o imbragature), un altro grande risultato per l’atleta aquilano, ormai protagonista presente e futuro della disciplina  a livello nazionale.

“Il progetto per liberare questa via è durato due anni e mezzo, non è stato facile trovare le condizioni giuste”, racconta Elias a Virtù Quotidiane. “Si può dire che io e la via siamo cresciuti insieme. È stata dura: più io andavo avanti, più lei mi spingeva indietro, fin quando non ci siamo finalmente incontrati”.

La passione di Elias per l’arrampicata nasce a 12 anni grazie allo zio, con cui comincia il suo percorso nelle palestre della città. “Da lì, eccetto una pausa forzata per il terremoto del 2009, non ho più smesso”, dice.

In attesa che a febbraio cominci la nuova stagione di gare, Elias si sta dedicando all’apertura di una palestra tutta sua.

“Si chiamerà Block Land e aprirà all’interno del nucleo industriale intorno al centro commerciale L’Aquilone – annuncia  – . Uno spazio di 800 metri quadri con corsi di tutti i livelli per tutte le età, con l’obiettivo di far appassionare quanta più gente possibile a questo fantastico sport”. a.d.m.