“LIVE IN ROSA”, DA ENOÀ A PAGANICA VINI DI SIPIO E MUSICA ABBRACCIANO LA BUONA CUCINA


L’AQUILA – La musica live di Emanuele Castellano e Sara Bernardi ha fatto da sfondo, l’altra sera da Enoà, enoteca con cucina a Paganica (L’Aquila), alla degustazione dei vini rosa della cantina Di Sipio di Ripa Teatina (Chieti), azienda che ha molto da raccontare.

Enrico Ciucci, straordinario padrone di casa, ha accompagnato il Metodo Classico brut rosè, il Colline Teatine rosato, il Setterose Cerasuolo ed il Cerasuolo Di Sipio agli eccezionali piatti preparati da Graziana Marino: una scelta alla carta che ha permesso a tutti gli ospiti di scegliere liberamente tra l’offerta culinaria del locale che si conferma di alta qualità.

A ciascuno il proprio abbinamento, dunque, privilegiando sempre il territorio: le pallotte cacio e ova “a nozze” con il Metodo Classico, il pregiato prosciutto di Bassiano per il quale le due linee di Cerasuolo Di Sipio sembrano fatte apposta, i succulenti primi che si sposano alla perfezione con il Colline Teatine rosato.

Una cena libera, insomma, per “Live in rosa” – com’è stata chiamata la serata – in cui si sono volutamente lasciati gli ospiti liberi di scegliere cosa mangiare, con Daniele Chiaperotti in rappresentanza dell’azienda Di Sipio a suggerire, assieme ad Enrico, il giusto abbinamento e a presentare le etichette.

I vini: uve 20% Chardonnay e 80% Pinot Nero, grado alcolico 13 gradi, affinamento minimo 36 mesi sui lieviti il Metodo classico brut rosè; blend di uve, grado alcolico 12,5 gradi, affinato in acciaio e bottiglia il Colline teatine rosato Igt; uve Montepulciano, grado alcolico 13 gradi, affinato in acciaio e bottiglia il Cerasuolo Setterose; uve Montepulciano, grado alcolico 13,5 gradi, vinificato e affinato in barrique e bottiglia il Cerasuolo Di Sipio.

Quella dell’azienda Di Sipio è una storia vera legata alle capacità e alla tenacia di Nicola Di Sipio.

La tenuta è composta da 70 ettari di vigneti che da Ripa Teatina guardano il mare e la montagna. Dei 70 ettari, 35 vitati nelle diverse varietà selezionate secondo il gusto ed il piacere di realizzare vini con un pensiero ben preciso, con estrema coerenza e dedizione.

LE FOTO

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022