MORTO ANTONIO LICO, UNO DEGLI ULTIMI TRANSUMANTI D’ABRUZZO

antonio lico

L’AQUILA – È scomparso oggi, alla bellezza di 98 anni, Antonio Lico, uno degli ultimi pastori transumanti d’Abruzzo.

In una lunga intervista a Virtù Quotidiane, nel 2018, aveva raccontato quando, da giovane, guadagnava 100 lire al mese e “insieme allo stipendio avevo di diritto un litro di olio, una pizza di formaggio, una pecora l’anno e un pezzo di pane ogni giorno”.

Testimone diretto delle migrazioni che conducevano le greggi del Gran Sasso verso il clima più mite dei pascoli pugliesi, Lico lascia una figlia, nipoti e pronipoti e tra due mesi sarebbe diventato bisnonno per la sesta volta.

Aveva iniziato a lavorare giovanissimo, all’età di 9 anni e, tra le altre cose, aveva gestito anche un negozio di prodotti alimentari nella città di Foggia dove, con le greggi, trascorreva l’inverno.

I funerali si terranno domani, sabato 12 febbraio, alle 16,30 nella chiesa di San Menna a Lucoli.

Ai suoi cari le condoglianze della redazione di Virtù Quotidiane.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022