NATALE A PASSO D’ASINO, A SANTO STEFANO DI SESSANIO TRA RACCONTI, FOLKLORE E TEATRO


SANTO STEFANO DI SESSANIO – Anche quest’anno “Gira e Rigira” (organizzazione che si occupa principalmente di trekking con asini) propone spettacoli itineranti alla scoperta delle origini e delle leggende del Natale in compagnia di asini, attori, raccontastorie ed esperti di folklore nel magico borgo di Santo Stefano di Sessanio addobbato a festa. Tutti i partecipanti avranno l’occasione di condurre gli asinelli e i bambini potranno salirci a turno.

Si parte sabato 11 dicembre alle 16,30 con “La Santa Allegrezza” di e con Marcello Sacerdote (spettacolo patrocinato dal Tsa): “Racconti, canti, poesie, leggende, musiche, indovinelli, proverbi e passatempi condivisi a cuor contento come attorno ad un focolare fatto di memoria, sentimento e umanità, per ricercare il senso del Natale nella cultura popolare abruzzese”.

Domenica 12 e domenica 19 alle 11,30 si prosegue con le escursioni tematiche dal nome “Viaggio nel tempo con il Re Agrifoglio” con il Doc Antiaccademico al secolo Domenico Di Felice. Il Re Agrifoglio è la personificazione dell’inverno, uno spirito fatto di luce e calore per contrastare il gelo e le nevi; è anche un grande narratore di storie e buon compagno di bevute.

Il Re Agrifoglio “in persona” accompagnerà i partecipanti tra le vie del borgo parlando delle origini ancestrali del Natale e di come tutte le feste obbediscono alla Ruota del Tempo e quindi al Calendario Contadino. Yule, Sol Invictus, Saturnalia, tanti nomi per la stessa celebrazione, una festa del Solstizio, una festa della luce.

Domenica 26 è in programma “Ascoltate brava gente!” di e con Francesca Camilla D’Amico con i suoi racconti e canti con strumenti popolari sulle tradizioni da Santa Lucia a Sand’Andonie, passando per la Vigilia, il Natale, San Silvestro, Capedanne, Epifania. Si potranno ascoltare racconti popolari sul “Cammino della Madonna e del Bambinello” e ci saranno momenti di coinvolgimento del pubblico.

Si conclude giovedì 6 gennaio con “La Dodicesima Notte”. Questa volta il Doc Antiaccademico racconterà la vera storia della Befana tra culti pagani, antiche consuetudini e tradizioni magiche. Durante la passeggiata scopriremo che l’origine della Befana è nel mondo agricolo e pastorale; anticamente, infatti, la dodicesima notte dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura, attraverso la figura di Madre Natura.

Gli eventi sono a numero chiuso su prenotazione. In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno al chiuso.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022