PANDEMIA E CIBI D’ASPORTO: ECCO QUALI SONO I PIATTI PIÙ ORDINATI AL MONDO


ROMA – In questo periodo, purtroppo, non ci si può recare spesso al ristorante: tutto è legato alla situazione della pandemia, che sta costringendo ancora una volta a restare lontani dai luoghi in cui si può apprezzare il miglior cibo.

Detto questo, fortunatamente, il servizio di asporto rimane ancora uno strumento molto importante, che permette di gustare dei cibi senza dover cucinare e, soprattutto, senza rinunciare alla qualità di piatti preparati da parte di ristoranti e catene anche molto famose, come si può intuire dalla ricerca svolta dal casinò online Betway.

I dati di Google Keyword Planner

La ricerca, che è stata pubblicata su L’insider, ha messo in evidenza come alcune parole sul web siano andate davvero alla grande: stiamo parlando di “asporto”, “takeaway”, “consegna” e “cibo d’asporto”, che hanno subito un incremento addirittura di quasi il 300% durante il primo lockdown.

Proviamo a comprendere, però, quali siano i Paesi in cui le consegne di piatti d’asporto hanno realizzato un vero e proprio “boom”. Un motivo che sta alla base di questo successo deriva dal fatto che l’offerta di cibo non è stata mai così variegata, anche se, in fondo, i grandi classici sono quelli che dominano ancora una volta le classifiche in questione.

I dati che sono stati registrati hanno messo in evidenza come non ci siano piatti più ricercati della pizza, il cibo che è in testa a queste graduatorie in ben 55 delle 81 che sono state oggetto dell’approfondimento. La pizza è uno dei piatti più famosi della cucina italiana, ma i mercati in cui ha avuto più successo, in realtà sono quelli dell’Est Europa. Non a caso, è la Bielorussia ad aver totalizzato il picco di ricerche in merito alla consegna di pizza, come da keyword registrata su Google Trends.

Le catene di maggior successo

Il servizio di consegna del cibo d’asporto viene spinto ovviamente da tutte le catene più importanti al mondo. Non a caso, in questa particolare categoria, McDonald’s è la catena che ha fatto registrare il più alto numero di ricerca, anche per via del fatto che è presente praticamente in tutto il mondo. E, in questi tempi di pandemia, farsi consegnare cibo da McDonald’s equivale a mangiare qualcosa di gustoso, ma al tempo stesso dall’impatto economico molto contenuto.

Al primo posto nel campo della ristorazione dal punto di vista del fatturato, anche in termini di ricerche non c’è stata partita tra McDonald’s e i principali competitor. Al secondo posto in questa particolare graduatoria troviamo KFC, che però guarda tutti dall’alto verso il basso addirittura in 23 nazioni, tra cui Sudafrica, Australia e Regno Unito. Il record di ricerche legate a KFC, però, ce l’ha la Malesia, con 301 mila ricerche al mese. Dando un’occhiata alle stime, infatti, pare che KFC consegni d’asporto a ben 25 milioni di clienti malesi: un dato pazzesco, soprattutto in considerazione del fatto che la popolazione complessiva, in Malesia, raggiunge i 31,5 milioni di persone.

E per quanto riguarda le ordinazioni di cibo d’asporto, il più alto numero è stato registrato in Belgio, con una ricerca ogni 10 abitanti. Al secondo posto in questa particolare classifica troviamo gli Usa, con una ricerca ogni 31 abitanti. Sul podio si colloca anche l’Australia, con una ricerca ogni 40 abitanti, seguita a ruota pure dal Regno Unito, che ha fatto registrare una ricerca ogni 44 abitanti. E l’India? Complice anche l’elevata densità a livello di popolazione e l’alto grado di povertà che caratterizza svariate aree della nazione, è l’ultimo Paese in classifica, con una ricerca ogni 1457 abitanti.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021