PERDONANZA, IL FUOCO DEL MORRONE SI AVVICINA ALL’AQUILA ALLA VIGILIA DELL’ACCENSIONE DEL TRIPODE


L’AQUILA – Penultimo giorno di viaggio del Fuoco del Morrone oggi, 22 agosto.

La Fiaccola che, per il 40 esimo anno, è partita dalla Badia Morronese (Sulmona) subito dopo Ferragosto, si avvicina sempre di più all’Aquila.

Raggiungerà il capoluogo venerdì 23 e concluderà la sua corsa al piazzale di Collemaggio, dove sarà consegnata al sindaco Pierluigi Biondi per l’accensione del tripode della pace, momento iniziale della 725 esima Perdonanza, evento storico-religioso considerato precursore del Giubileo, che ogni anno celebra l’indulgenza plenaria che volle Papa Celestino V nel 1294.

L’iniziativa è organizzata dal Movimento Celestiniano e dal Centro Studi Celestiniani e l’itinerario – attraverso le valli Peligna, Subequana e Aquilana – sarà quello idealmente percorso da Pietro Angelerio alla fine di agosto del 1294, per arrivare all’Aquila e vestire le insegne di Papa (con il nome di Celestino V), nella basilica di Collemaggio da lui fatta erigere.

Il Fuoco ripartirà alle 8,30 di oggi da Onna.

Alle 9,30 incontrerà i ragazzi della Corsa del Cappello e alle 11 sarà alla Chiesetta di San Pietro Celestino a Pescomaggiore, recentemente restaurata.

Dopo una breve sosta, ripartirà verso Paganica.

Alle 13 è previsto l’arrivo alla villa comunale, con l’accensione del tripode della pace.

Alle 14 i tedofori ripartiranno da Paganica per raggiungere Bazzano (15,30), Monticchio (17) e infine Pianola (ore 21), dove termineranno il percorso di domani.

Pianola, dove sarà acceso il tripode della pace, è stata inserita nell’edizione del quarantennale essendo stato il luogo dove è nato il Fuoco del Morrone nel 1980.