“REGIONE DEL BENESSERE”, ABRUZZO PUNTA SU MIGLIORAMENTO QUALITÀ VITA E TURISMO ESPERIENZIALE


TERAMO – La creazione di nuove figure professionali, i manager del benessere, e una pluralità di azioni volte al miglioramento della qualità della vita della comunità e dei cittadini a livello regionale, tra cui il miglioramento degli strumenti di prevenzione sanitaria, azioni volte all’educazione al benessere che comprende educazione sanitaria, ambientale, conoscenza delle risorse culturali del territorio, materiali e immateriali, il contributo in via diretta al rilancio socio-economico dell’Abruzzo attraverso un’idea di benessere in grado di esplicare i propri effetti nei vari campi della vita regionale come nuovo brand.

Sono i contenuti del progetto “Abruzzo regione del benessere”, promosso dalla Regione, tramite l’Arta (Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente) come soggetto attuatore, che ha individuato l’Università di Teramo come partner istituzionale.

Presentato stamattina a Teramo dal rettore Dino Mastrocola, dall’assessore regionale alla Formazione Pietro Quaresimale, da Benigno D’Orazio, coordinatore del progetto, Christian Corsi, preside della Facoltà di Scienze della comunicazione, Maurizio Dionisio, direttore generale Arta, Raimondo Micheli, direttore amministrativo Arta, Maurizio Di Giosia, direttore generale Asl Teramo, e Maria Ceci, presidente Ater Teramo, il progetto prevede, tra le altre cose, la creazione di una bio-bank, una banca dati per studiare le caratteristiche metaboliche e genomiche dei centenari abruzzesi per finalità di ricerca.

E ancora, la creazione di una filiera turistica regionale basata sul turismo esperienziale finalizzate alla valorizzazione delle tipicità naturalistiche e storico-culturali regionali e alla riqualificazione del territorio a rischio marginalizzazione economica e demografica.

Il progetto Abruzzo regione del benessere nasce con l’approvazione dello specifico programma contenuto della finanziaria 2020 della Regione.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021