“SMART MOLLUSK FARM”, IN ABRUZZO UN PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DELLA COZZA


VASTO – Si terrà venerdì 24 settembre 2021, a partire dalle ore 15, nella sala consiliare del Comune di Vasto (Chieti), il convegno dedicato alla presentazione del “Progetto Smart Mollusk Farm – La molluschicoltura abruzzese come modello di sviluppo sostenibile”, promosso dall’Università degli studi di Teramo in collaborazione con diversi partners: Royal Netherland Institute for Sea Research, Associazione Mediterranea Acquacultori, Società Italiana Ricerca Applicata Molluschicoltura, Flag Costa blu, Flag Costa dei Trabocchi e OP Acquacoltori della Costa dei Trabocchi.

A condurre l’evento, che gode del patrocinio del Comune di Vasto, sarà Raffaele Cavallo di Slow Food Abruzzo mentre interverranno per i saluti istituzionali Dino Mastrocola, rettore Università degli studi di Teramo, Emanuele Imprudente, vicepresidente della giunta regionale d’Abruzzo, Francesco Di Filippo, dirigente della Regione Abruzzo, Francesco Menna, sindaco di Vasto, Franco Ricci, presidente del Flag Costa dei Trabocchi.

Seguiranno gli interventi di Daniela Di Silvestro della Regione Abruzzo su “Lo sviluppo della molluschicoltura abruzzese e il POFEAMP 2014-2020”, Valerio Cavallucci direttore del Flag Costa dei Trabocchi che parlerà della “Valorizzazione delle produzioni ittiche della Costa dei Trabocchi”, Erika Porporato della Fondazione IMC Onlus–Centro Marino Internazionale di Oristano che illustrerà i “Dati ambientali e modelli a supporto della Crescita Blu”.

A presentare i dettagli del progetto “Smart Mollusk Farm” sarà il professore Pietro Giorgio Tiscar dell’Università di Teramo mentre Maurizio Di Pietro e Carlo Pavone, esponenti della OP Acquacoltori della Costa dei Trabocchi, spiegheranno il “Perché una OP di Acquacoltori abruzzesi” e, infine, Giuseppe Prioli dell’Associazione Mediterranea Acquacoltori approfondirà il tema “La molluschicoltura protagonista della Crescita Blu”.

Anche lungo la costa abruzzese, territorio dalle peculiari caratteristiche ambientali, culturali e socio-economiche, trova spazio la qualificazione di un prodotto organoletticamente particolare: il mitilo. Il “Progetto Smart Mollusk Farm” vuole porre le fondamenta per lo sviluppo della acquacoltura di precisione e mira a realizzare un innalzamento delle conoscenze e competenze relative all’elemento acquatico, favorendo l’impiego di innovazioni tecnologiche del settore e contribuendo in maniera essenziale all’approccio di filiera per una valorizzazione commerciale delle produzioni molluschicole del territorio.

L’evento sarà trasmesso online all’indirizzo https://meet.google.com/oip-ikwc-qyq.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021