SPADONE, CHEF STELLATO RISPONDE A DI MAIO: RISTORI NON BASTANO NEANCHE PER LE SPESE

foto Grillo

CIVITELLA CASANOVA – “Il nostro ministro degli Esteri ci vuole dare una buona notizia. ‘Sono stati eseguiti tutti i bonifici dei ristori del decreto di Natale. Sono 628 milioni di euro che nei prossimi giorni arriveranno ai titolari di bar, ristoranti, pasticcerie, che hanno subito le restrizioni a causa del Covid nel mese di dicembre’. Non è difficile dividere 628 milioni con 330mila imprese della ristorazione, 150 mila bar-pasticcerie e 4100 solo pasticcerie. Vorrei portare a conoscenza il ministro, ma non solo, che quella somma di denaro una volta fatte le divisioni (credo all’incirca 1.300 euro spicci più spicci meno) per attività, non servirà neanche a ristorare le perdite di denaro ed energie causateci dalle incerte e ritardate comunicazioni di chiusura nel periodo Natalizio, dopo che noi comunque abbiamo dovuto anticipare gli acquisti di materie prime, gli addobbi e tanto altro, per poter riaprire i nostri locali”.

Lo chef Marcello Spadone, una stella Michelin con il suo ristorante La Bandiera a Civitella Casanova (Pescara), con il garbo di sempre torna ad attirare l’attenzione sul settore maggiormente colpito dalla gestione della pandemia.

“Ma i più disagiati sono i nostri dipendenti”, rileva in un post su Facebook, “che oltre a vedersi dimezzata la tredicesima, non ancora percepiscono la misera cassa integrazione di novembre e dicembre”.

“Non so più cosa pensare…mi chiedo solo perché questa poca considerazione per la nostra categoria!”, conclude Spadone.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021