SUPER GREEN PASS, L’ESPERTO: INCOGRUENZE AL RISTORANTE TRA CLIENTI E PERSONALE


ROMA – Nell’acceso dibattito di questo periodo sul cosiddetto super green pass, un’incongruenza non è passata inosservata. Come noto – spiega Alessandro Klun, autore di diversi testi sul diritto della ristorazione, e che durante il lockdown ha pubblicato No show e recesso dalla prenotazione ristorativa – dal 6 dicembre 2021 ai clienti di ristoranti e bar che consumano un pasto all’interno del locale è richiesto il green pass cosiddetto rafforzato, concesso soltanto a seguito di terapia vaccinale o guarigione dal Covid-19.

In quello stesso spazio a chi lavora al bancone o serve ai tavoli è richiesto invece il green pass “base”, rilasciato a vaccinati, guariti, “tamponati” con esito negativo.

Una situazione che, proprio nelle settimane antecedenti il periodo delle festività natalizie, potrebbe avere ripercussioni sulle attività di somministrazione in termini di disdette di prenotazioni o diminuzione di clientela, quest’ultima frenata dinanzi a quella che potrebbe essere percepita come una disparità di trattamento sul piano della lotta alla circolazione del virus, ormai nella sua quarta ondata.

La questione – rileva l’esperto – non è di pronta soluzione, posto che l’imposizione vaccinale da parte del datore di lavoro al lavoratore, allo stato, pare potersi escludere ai sensi della vigente normativa, con particolare riferimento all’art. 279 del D.Lgs. n. 81/2008, fermo restando il rispetto, da parte dello stesso lavoratore, dei protocolli anti-contagio adottati a livello datoriale (utilizzo della mascherina, gel disinfettante, distanziamento…).

In un simile contesto non rimane altro che attendere eventuali chiarimenti o interventi normativi ad hoc.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022