TORNA LA “BANCA DELLO ZAFFERANO”, BULBI IN PRESTITO D’ONORE AI GIOVANI


NAVELLI – Torna anche nel 2020 l’iniziativa della “Banca dello Zafferano”, a cura del Consorzio per la Tutela dello Zafferano dell’Aquila Dop e della Cooperativa “Altopiano di Navelli”.

Nata per contrastare il calo di produzione e incentivare nuovi produttori di Zafferano dell’Aquila Dop, la Banca ha riscosso negli anni molto successo ed è ormai un appuntamento fisso dell’estate per chi ha intenzione di avviare la produzione.

“La nostra Banca continua ad avere il supporto di Tindora Cosmetics, un’azienda specializzata in ricerca e sviluppo di cosmesi biotecnologica di alta gamma, radicata nel territorio aquilano, che ha voluto valorizzare con una linea dedicata proprio allo Zafferano fornito dalla nostra Cooperativa”, spiega in una nota il presidente del Consorzio, Massimiliano D’Innocenzo. “Una collaborazione che va anche oltre, data la particolare attenzione di Tindora allo sviluppo del territorio e delle sue eccellenze”.

Requisiti per partecipare: residenza in uno dei comuni che ricadono nel territorio della Dop “Zafferano dell’Aquila” oppure disponibilità di un terreno nei suddetti comuni, età inferiore ai 45 anni, non aver mai intrapreso professionalmente questo genere di coltivazione. Sarà data precedenza a chi si impegna ad acquistare dai soci della Coop. Altopiano di Navelli un quantitativo di bulbi equivalenti a quelli oggetto del bando (50 kg) a prezzo di mercato, contestualmente all’assegnazione degli stessi.

Informazioni e modulo sul sito della Coop. Altopiano di Navelli https://www.zafferanoaltopianonavelli.it/banca-dello-zafferano/ oppure scrivere a info@zafferanodop.it. Scadenza 14 agosto 2020.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.