TOSTO, IL RISTORANTE DI GIANNI DEZIO CHIUDE DOPO 7 ANNI


ATRI – Brutte notizie per la ristorazione abruzzese. Tosto, l’intimo ristorante incastonato tra i vicoli del borgo medioevale di Atri (Teramo), luogo dove sperimentazione e contaminazione hanno dato vita a piatti speciali chiude. L’annuncio, improvviso, lo ha dato direttamente Gianni Dezio, chef e titolare del ristorante, sui social.

“È arrivato il momento di prendere una decisione. Per noi il 2021 sarà l’anno del #reset. Lo dedicheremo a studio, ricerca e nuovi progetti – scrive l’ex allievo dello chef tristellato Niko Romito -. Dopo 7 anni chiudiamo Tosto, ma lo facciamo con serenità e gratitudine. Gratitudine verso tutti i ragazzi e le persone che hanno fatto parte della nostra famiglia lavorativa. Gratitudine verso i clienti e gli amici che hanno scelto di condividere nel nostro ristorante un pezzo della loro vita. Con questa avventura siamo cresciuti anche noi e la sua storia non finirà qui”.

Non si sa ancora quando il ristorante abbasserà definitivamente le serrande. Nelle ultime settimane, Dezio stava pubblicizzando anche Virtù on the Road, un menù con consegna a domicilio tra Pescara e Giulianova del piatto della tradizione teramana, tipico del primo maggio.

“Vi aggiorneremo presto con le ultime date per pranzare insieme a noi – continua Tosto nel suo post -. Grazie ancora per il vostro affetto e ricordate sempre: #stayTosto”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021