UN ANFITEATRO DI PAGLIA PER GLI EVENTI ESTIVI DI VILLA SAN SEBASTIANO A TAGLIACOZZO


TAGLIACOZZO – In occasione del quinto anniversario della nascita della Biblioteca di Villa, a Villa San Sebastiano di Tagliacozzo (L’Aquila), sono diversi gli eventi proposti dall’associazione culturale-ricreativa Gli Amici.

Si parte il 18 agosto, esattamente cinque anni dopo la fondazione della Biblioteca, e il 7 è stato inaugurato l’Anfiteatro Aureo, che sarà la cornice di questi eventi: una location bella e sostenibile, perché realizzata con balle di fieno.

“Siamo in piena transizione ecologica – racconta Antonio Pensa, coofondatore della Biblioteca – e l’ecosostenibilità di questa struttura è per noi un elemento chiave, anche perché l’anfiteatro si inscrive perfettamente nella campagna dei Piani Palentini, una infrastruttura che si armonizza col suo territorio, quindi, che ne ricorda le origini agricole”.

Aureo richiama il colore della paglia, ma anche la forma a chiocciola, che rimanda alla sezione aurea, alla sequenza di Fibonacci in natura: “È un’evocazione della perfezione della natura, dell’armonia”, prosegue Pensa.

Protagonisti saranno tutti gli ospiti che in questi anni hanno impreziosito il calendario dell’Associazione: ci saranno incontri, dibattiti, presentazioni di libri, proiezioni di documentari all’imbrunire, aperitivi e anche una cena d’autore, anzi d’autrice: Lucia Tellone, infatti, che è ambasciatrice del gusto della scuola di Abbiategrasso di Cracco, il 27 agosto creerà un menu ad hoc per l’evento, con i prodotti locali, proprio per la valorizzazione dei prodotti enogastronomici del territorio.

“I nostri ospiti non saranno appellati con le etichette di assessore, professore, etc, ma solo con i loro nomi e cognomi. E non ci sarà nessun palco: saremo tutti seduti in cerchio e sullo stesso livello, dentro l’anfiteatro, proprio perché il confronto e il dibattito tra le istituzioni, i personaggi della cultura e il tessuto sociale locale deve essere il più reale possibile”, continua Antonio Pensa, che ricorda anche di un evento in fieri, che riguarderà il Canova, per i duecento anni dalla sua morte.

A Villa San Sebastiano, infatti, esposta nella chiesa del paese, c’è una statua lignea del patrono, San Bartolomeo, che pare sia stata realizzata dalla scuola del Canova, e rifinita, negli ultimi ritocchi, dall’artista stesso.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022